giovedì 31 dicembre 2015

Non è un bilancio...

L'ultimo post del 2015.


Ieri sera pensavo al fatto che sarebbe stato banale scrivere qualcosa sul blog proprio l'ultimo giorno dell'anno.
Infatti eccomi qui. L'ultimo giorno dell'anno.

Non so
perché sto scrivendo e non so ancora dove voglio andare a parare.


.
 .

L'ultimo dell'anno è in fin dei conti niente più che una convenzione. In altre parti del mondo l'anno comincia e finisce in altri giorni. Eppure è forte il sentore di cambiamento che questa data, il fatidico 31 Dicembre, ci suggerisce. L'ultimo dell'anno ci spinge a fare qualcosa di diverso dal solito...

.
uno dei miei ultimi acquisti
.

Potrei parlare di cose della mia vita e di fumetti (in effetti essendo i fumetti parte della mia vita, non c'è iato tra le due cose).
Non vorrei fare un "bilancio", ma il 2015 appena (quasi) terminato è stato per me veramente particolare, denso di cambiamenti, alcuni piccoli altri che hanno avuto un impatto enorme sulla mia vita.
.
A cominciare dalla scelta del part-time sul lavoro, che mi ha regalato qualche ora in più di tempo libero (che fino ad ora ho quasi sempre usato per sonnecchiare sul divano insieme a Camillo e alle Micie e con lo stereo acceso) e che mi ha tolto una bella fetta di stipendio.
Non rimpiango assolutamente quel denaro che non guadagno più, ma la riduzione di stipendio significa giocoforza la drasticissima riduzione dell'acquisto di fumetti.

uno dei miei ultimi acquisti
.
E a proposito di fumetti: con l'anno nuovo spero tanto di poter leggere più fumetti con storie e personaggi LGBTQ! 
.Perciò lasciatemi fare i complimenti speciali al blog di Wally Rainbow, l'unico in Italia ad occuparsi di fumetti (e quanto ad essi gira intorno) a tematica LGBT, e alla casa editrice Renbooks che edita con passione (e non poca fatica, immagino) meravigliosi fumetti a tema LGBT e che si sta meritatamente conquistando un suo fedele e appassionato (e agguerrito!) pubblico. Buon 2016 a tutte e tutti voi in particolare!
 .

.
Sempre parlando di fumetti, il 2015 è stato per me un anno di grossa empasse per me: come tutte le cose, anche l'approccio individuale coi fumetti può avere degli up e dei down; diciamo che il 2015 è stato parecchio down (e l'onda lunga continua tuttora).
.
Non è un caso se l'anno che si sta concludendo è stato quello in cui ho scritto di meno sul blog.
Ho letto poco. Cioè: ho letto pochi fumetti [1] ma in compenso mi sono rimpinzato di libri.
Ricordo innumerevoli momenti in cui il dubbio se leggere un fumetto o un libro veniva risolto cacciandomi a capofitto nella lettura di quest'ultimo.
Dunque sono sazio di libri e affamato di fumetti.
.
uno dei miei ultimi acquisti
.
Non credo sia un problema dei fumetti [2], ma credo che il problema - se di problema si tratta - sia esclusivamente da ascrivere alla mia persona e soprattutto alla mia testa. Da un lato entriamo in questioni psicologiche profonde che, tranquill*, vi risparmio volentieri; dall'altro è innegabile che un minimo (un minimo eh!) di stanchezza c'è: se in un mese leggo millemila libri e solo dieci fumetti (cifre indicative) un pensiero me lo devo fare.
.
Una possibile spiegazione potrebbe essere l'esagerato accumulo che ho portato avanti in questi ultimi anni; un accumulo spesso dettato più da brama di possesso che non da genuino interesse per le opere in sé; un godimento estatico nel vedere tutti quegli scaffali gonfi e straripanti di fumetti; quasi un piacere maggiore nel possederli che nel leggerli.
Quando sono sommerso da qualcosa [3] tendo a spaventarmene e a scappare da quella marea di "cose" che attende famelica di essere letta/ascoltata/vista/ecc.
.
Ad esempio - so di ripetermi, ma tanto il blog è mio e mi ripeto finché mi pare - nonostante razionalmente sappia benissimo che, come dice anche Pennac nel suo libro "Come un romanzo", è mio inalienabile diritto leggere quel che mi pare, soffro ancora di "sensi-di-colpa" (?) rispetto alle mie letture.
Quindi messo davanti alla scelta tra il Fumetto Bellissimo E Importante Che Devo Assolutamente Leggere Perché E' Fondamentale e il fumetto meno bello e non granché importante che avrei più voglia di leggere perché forse mi divertirebbe di più, vado in crisi e mi butto su un libro, che mi piace senza sensi di colpa.
 .
uno dei miei ultimi... ehm... acquisti
.
I consigli tipo "fregatene e leggi quel che ti pare!" sono ahimé perfettamente inutili, visto che essendo dotato di un minimo di raziocinio queste cose le so già da me. Mi do continuamente ottimi consigli, ma evidentemente siamo davanti a qualcosa di molto profondo, di cui probabilmente sono in parte conscio.

Va bene, basta parlare di questo: sono certo che ne riemergerò vittorioso e a questo proposito ho alcune belle pile di fumetti da leggere (o già letti) di cui spero di parlarvi nell'anno che viene!

Fumetti a parte, nel 2015 ho perso alcune persone; non nel senso che sono morte (tiè!), ma nel senso che non le frequento più. Perdere le persone è sempre una propria scelta. Alcune persone - diciamo un paio - le ho perse più che volentieri.

Poi ci sono tutte le persone che ho "perso" uscendo per sempre da faceboook. Ma le avevo mai davvero "avute" queste persone?... Ovviamente la risposta è no. Tant'è che con le tre-quattro persone ex "amiche di fb" con cui c'era qualcosa di più, i contatti sono stati mantenuti e anzi ci hanno guadagnato in qualità!
.
.
Uscire da fb è stata una delle scelte forti del 2015 che mi hanno cambiato la vita.
Non ho intenzione di fare qui la disamina anti-apologetica di questo nefando "social" che sta mangiando l'anima a mezzo mondo, ma è innegabile che la mia vita senza fb sia diversa da prima. Tranne che per questo blog, che non ha né beneficiato né non-beneficiato dalla mia uscita da fb, e lo stesso fu per il mio ingresso su fb nel 2010.
.
Dato che - pare banale dirlo perché la verità pare sempre banale - questo blog non esiste per accumulare "mi piace" o contatti o numero di visite [4] i "social" non hanno per questo blog alcuna utilità. Non ho nulla da "promuovere" e sono pienamente soddisfatto che le persone che stimo stimino a loro volta questo blog. Tanto mi basta, anzi: non spero in nulla di più, perché la stima delle persone che stimo è per me la cosa più bella che ci sia. Se volete fate pure partire i violini, ma è la pura e semplicissima verità e non ci sta dietro null'altro.
.
Altro grandissimo cambiamento di vita (in meglio!) avvenuto in realtà già alla fine del 2014, è stato l'incontro con Camillo, il nostro cagnolino.
.
Camillo!


.

Non pensavo fosse possibile provare un amore del genere, sul serio. Senza nulla togliere alle nostre due adoratissime Micie, diciamo che Camillo manifesta il suo amore e la sua gioia di vivere con noi in un modo così intenso e totalizzante e meraviglioso che ci ha letteralmente riempito il cuore di amore e felicità. Ha fatto immediatamente amicizia con le due Micie e vederli insieme che si corron dietro per casa annusandosi i reciproci sederi e saltando come dei camosci è una gioia ulteriore, così come vedere quando dormono vicini proteggendosi a vicenda. Camillo ha anche migliorato i nostri rapporti sociali: basta uscire con lui che ci scappa la coccola e relativa chiacchierata con un sacco di persone, senza contare che le amiche e gli amici ora hanno un piacevole motivo in più per venirci a trovare.
.
Mutts di Patrick McDonnell
.
Durante il 2015 ho scoperto, o ri-scoperto, dei blog che sono diventati per me veri e propri punti di riferimento quasi quotidiani e che mi hanno realmente arricchito l'esistenza.
.
Il primo è senz'altro quello di Sauro Pennacchioli: sebbene sia online da pochissimo tempo (il primo articolo ha la stessa data del mio 55mo compleanno ^__^) si è già guadagnato - meritatamente - un vasto seguito fatto di moltissime visite e di tanti commenti sempre ricchi e stimolanti.
.
Sauro ha un linguaggio diretto, certamente poco "politicamente corretto" e non sempre - vivaddio! - sono d'accordo con lui, ma proprio per questo suo essere sincero e diretto e anche talvolta "scomodo", lo rende pressoché unico e indispensabile nel panorama dei blog fumettistici italiani e non solo.
Soprattutto il blog di Sauro è zeppo di interessantissime informazioni e notizie, spesso "di prima mano" in quanto l'autore è un professionista del fumetto da moltissimi anni ed è contestualmente un super-appassionato e una vera e propria enciclopedia vivente sul fumetto mondiale! (sapeste l'invidia che mi fa...).
.
dal blog di Sauro Pennacchioli
.
Altro blog che ho ri-scoperto (mi perdevo un sacco di suoi post perché per insondabili problemi di Blogspot, non comparivano gli aggiornamenti sulla barra destra dei miei preferiti...) è quello di Hana Hanabi, di cui ora potete ammirare il bannerino in alto a destra!
.
Hana è, come lei stessa si descrive: "Appassionata di anime e manga da sempre, spettatrice e lettrice onnivora, con una non celata propensione per shonen, mecha e BL".
Il suo blog verte sempre su argomenti non banali, non necessariamente mainstream o "di moda" (hype) e proprio per questo molto interessanti. Anche lei dei suoi soggetti preferiti ne sa davvero tantissimo! (invidia pt. 2...)
.
dal blog di Hana Hanabi
.
Passando ad altro medium, non avrei mai e poi mai pensato di appassionarmi così tanto a un... video-blog (si dirà così? o forse meglio a un "canale youtube"): quello di Filippo "Altroquando" Messina, che è riuscito in un'impresa che non credevo possibile, cioè quella di rendere interessanti, divertenti (talora esilaranti), stimolanti e piacevoli da vedere delle... "recensioni-video" (o come diavolo si chiamano)!
.
Non ho mai amato le "video-recensioni" (o come diavolo si chiamano): mai piaciuto vedere un faccione in primissimo piano che mi "racconta" un fumetto (o un film o qualsiasi altra cosa) mentre agita le mani e dietro di lui/lei "sfoggia" uno sfondo formato da improbabile colore di parete da camerette adolescenziale. Scusate.
.
Ebbene i video di Filippo sono tutt'altro e sono uno degli appuntamenti che aspetto con più ansia e che mi godo di più, rivedendomeli anche più volte.
Vi consiglio vivissimamente - se già non l'avete fatto - di iscrivervi al suo canale, ché non ve ne pentirete!
.
da uno dei fantastici video di Filippo "Altroquando" Messina
 .
Gli altri blog che amo li potete vedere sempre qui sulla barra a destra. Ogni tanto ne aggiungo , raramente ne tolgo (ma è capitato) e insomma, se siete lì a destra vuol dire che vi seguo e vi amo, senza "scambi di link" o altre scemenze del genere :)
.
Tornando ai fumetti: con l'anno nuovo spero di riprendere a leggerli con maggiore costanza e sana voracità e spero anche di parlarne un po' più spesso qui sul blog. Cioè questo sarebbe il mio desiderio, oltre a quello - ben più difficile da realizzare - di diventarne un po' più "esperto" (seeeee, vabbé...).


.
C'è anche una cosa che devo fare in quest'ultimo dell'anno ed è quella di chiedere scusa a tutte le persone che mi hanno inviato volumi o albi o pdf di fumetti di cui non ho ancora parlato qui sul blog.
.
Non ho alcuna giustificazione. Poco tempo (è vero, ora faccio il part-time, ma ho pur sempre una casa, un fidanzato e tre bestiole da curare...), la stanchezza che con l'età è drasticamente aumentata... no no, in realtà l'unica "scusa", che non è una scusa ma una colpa, è la mia fottutissima pigrizia, che talvolta (spesso) confina con l'accidia...
So che chieder scusa è perfettamente inutile, è anzi una non-azione; spero quindi di trovare quanto prima la forza e l'energia di agire e riprendere in mano come-si-deve questo accidenti di blog e di riuscire a parlare di queste opere che così gentilmente mi sono state inviate. Per ora, posso solo ringraziarvi per la pazienza.
.
il mio Eroe, Mr Stan Lee, ha appena compiuto 93 anni e io lo amo
.
Bene, sono contento di aver avuto almeno l'occasione di segnalare alcune situazioni in Rete che amo, e che vi consiglio caldamente.
.
Per quanto riguarda i buoni propositi: sono anni che ho smesso di farne. Non credo di averne mai rispettato uno in vita mia. Quando ho fatto le cose "buone & giuste" è sempre stato perché me la sentivo o perché tutto accadeva all'improvviso. Non c'è modo migliore per non fare una cosa, per quanto mi riguarda, che farne un "buon proposito"...

Ragion per cui, come diceva la Più Grande Band di Tutti i Tempi, Let it Be.

Buon Anno Nuovo a tutte e a tutti voi, e grazie di cuore!

p.s. Ho tolto i commenti, così non siamo obbligati a farci gli auguri un* ad un* :-)






Note:

[1] Intendiamoci: ne ho letti "pochi" rispetto agli standard abituali

[2] Spero sia sufficientemente chiaro che anche se sono un grumpy old man non appartengo alla categoria del "Oggi Fa Tutto Schifo Ai Miei Tempi Sì Che Era Tutto Figo I Fumetti Non Son Più Quelli Di Una Volta Qui Un Tempo Era Tutta Campagna".

[3] M
i è successo lo stesso con la musica, anni fa: mioddìo, tanti di quei ciddì e vinili e k7 da ascoltare... Per un po' ho quasi smesso di ascoltare musica. Fino a che, scremando - anche dolorosamente - non ho alfine capito quale musica fosse vera passione e quale fosse mero possesso/accumulo. Ovviamente una volta compreso questo, sono tornato a godermi la musica - che per inciso è una delle passioni più grandi della mia vita.

[4] Visite che sia qualitativamente che quantitativamente si mantengono comunque su standard per me elevatissimi! (E di questo vi ringrazio ^^)

Jack Kirby, mio Eroe




.