martedì 3 dicembre 2013

Saint Young Men

Saint_Young_Men_cover



Saint Young Men
vol. 1

di Hikaru Nakamura

seinen, comico

serie in corso
(9 vol. in Giappone)

brossurato con sovraccoperta,
pag. nd, b/n

euro 5,90

J-Pop

Le mie aspettative per questo manga, di cui nulla sapevo se non il titolo e gli “strilli” sulle riviste pubblicitarie che si trovano in fumetteria, erano alte. Buddha e Gesù protagonisti di un manga! Buddha e Gesù che tornano sulla Terra, nel Giappone odierno, per combinare chissà cosa!
Insomma, la copertina mi ispirava mille fantasie e mi attraeva moltissimo e forse mi ero fatto un “film” eccessivo in testa, chissà cosa mi credevo.

Jesus_Buddha_v

Cosa mi aspettassi di preciso non so, ma l'idea di Buddha e Gesù che tornano sulla Terra - in Giappone per la precisione - per una vacanza, mi intrigava. Non mi ero fatto nessun "film" particolare in testa, non è che m'immaginassi crocefissi volanti contro tornadi di fiori di loto... o forse sì?
Beh, sta di fatto che questo primo volume di Saint Young Men di Hikaru Nakamura offre delle brevi storielline comiche con protagonisti i nostri due divini eroi.

Non sosia, non "realtà parallele": proprio loro due, Buddha “l’Illuminato” e Gesù “il figlio di Dio”, che dai rispettivi – ed evidentemente un po’ noiosi - paradisi vengono a trascorrere una vacanza sul nostro inquieto e vacillante pianeta.
Sul quale sembrano trovarcisi più che bene!

poster

I due si dividono un alloggetto modesto, base comune dalla quale partono per le loro per-nulla-eroiche avventure terrestri: prendono l’autobus, vanno in un parco divertimenti a provare emozioni forti, conoscono yakuza in una sauna pubblica, vincono ad una fiera di beneficenza, partecipano a una festa tradizionale shintoista… e via dicendo.
Pur avendo caratteristiche diciamo così riconoscibili, come si può vedere dai disegni qui riprodotti (presi, al solito, da scan inglesi), nessuno pare riconoscerli: evidentemente al giorno d’oggi una corona di spine o due lobi d’orecchio smisurati, non bastano a stupire un’umanità sempre più scettica.

earrabbit

La mangaka Hikaru Nakamura confeziona un manga sostanzialmente fatto, almeno in questo primo volume, di continue gag e situazioni improbabili, brevi “storielle” in cui i Due si comportano in modi perlopiù assurdi. Molte gag sono farcite e condite da giochi di parole (immagino la fatica del traduttore Giovanni Lapis) e riferimenti strettamente giapponesi. Ciò fa sì che le tavole siano piene di noticine – scritte necessariamente in caratteri minuscoli – la cui lettura fa perdere l’immediatezza della situazione… ma d’altronde senza quelle noticine spesso non si capirebbe nemmeno di cosa i Due stanno parlando e a che cosa si stanno riferendo.
Tutto ciò, a mio opinabilissimo parere, rende il manga difficilmente leggibile e, sempre secondo me, raramente spiritoso.

Buddha_Tezuka

Intendiamoci: alcune battute, parlo di quelle comprensibili anche a un/a lettore/lettrice occidentale e non particolarmente ferrato/a in cultura e tradizioni giapponesi, sono divertenti e fanno ridere; inoltre la caratterizzazione grafica dei due è spiritosa e piacevole (tranne, credo, per eventuali fanatici religiosi… ma problemi loro!).
Ma nel complesso la lettura di questa serie continua di brevi storielle piene di gag non mi ha appassionato granché, probabilmente sono il target sbagliato per questo tipo di manga.
Del quale, comunque, ho molto apprezzato il tono scanzonato, disinibito e spiritoso nel trattare due figure “divine” così importanti nell’immaginario e nelle mitologie occidentali e orientali.

Anzi, alcune delle battute meno criptiche ed elitarie sono davvero azzeccate e divertenti (per chi l’ha letto: ad esempio quella di Buddha mentre guarda il cellulare e si chiede se… ^^), come quelle sugli animali, sui rispettivi paradisi, sullo shopping compulsivo di Gesù e sulle fobie/ossessioni di Buddha. Così come mi è piaciuto l’allegro presupposto che esistano tutte le divinità e che in qualche modo si conoscano e si “frequentino”, anche se magari in modo meno stretto dei Due protagonisti di Saint Young Men.
Miracoli, “parentele divine” e caratteristiche “sacre” vengono tranquillamente ed allegramente usate come gag, senza problemi di “blasfemia” (termine che peraltro per chi – come il sottoscritto – non è religioso né credente, non significa assolutamente nulla) e senza scadere in volgarità.

Enlightened_One
Un po’ nascosta, ma m’è parso di notare una velata critica ad alcuni aspetti della società odierna, perlomeno della società giapponese, che viene comunque tratteggiata senza astio.

Il segno dell’autrice è semplice ma efficace e a mio parere il suo punto forte sono le espressioni facciali, non le anatomie che risultano spesso non particolarmente curate; i volti dei Due sono simpatici e accattivanti e le situazioni in cui c’è folla sono descritte molto bene, senza approssimazioni. Anzi, personalmente mi è parso che l’autrice si sia trovata meglio quando ha descritto situazioni affollate e caotiche.

Jesus_black
E’ comunque un manga che consiglio di provare di persona, magari per smentire decisamente le mie non proprio ottime impressioni

Infine una considerazione venale: sarà anche vero che i fumetti non si valutano “a peso”, ma non posso non considerare che il giorno prima ho acquistato un altro manga, praticamente “spesso” il doppio e l’ho pagato anch’esso 5,90 euro. Che già di per sé non mi pare un prezzo esattamente economico. E sì, anche l’altro manga aveva una lussuosa sovraccoperta.

Orlando Furioso

 

monks_laugh

27 commenti:

  1. Umh...ispirava anche a me Orlando. Non l'ho ancora letto però mi aspettavo qualcosa di diverso. Leggendo il tuo commento di cui ovviamente mi fido ciecamente, non so se è proprio il mio genere. Se mi capiterà tra le mani ti saprò dire che ne penso. Cmq è stato come al solito un piacere leggere il tuo articolo.
    Un abbraccio e grazie per partecipare sempre così attivamente con i tuoi commenti al nostro blog, ci fa sempre molto piacere.
    A presto!
    Matteo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quel pochissimo che "conosco" dei tuoi gusti, diciamo che non te lo consiglierei spassionatamente, ecco ^^
      Grazie comunque per le tue parole gentili e complimenti per il tuo/vostro blog che seguo sempre con piacere e interesse :)

      Elimina
  2. A me sinceramente preoccupa il fatto che sia appunto una serie di storielline e non una storia vera e propria....Sono appunto tipo sheckt (oddio si scrive cosi XD) comici che a lungo andare potrebbero seriamente annoiare (specialmente persone poco pazienti come me) e tra l'altro sono pure 9 volumi in corso...Non so ti dico, il primo lo comprerò di sicuro ma poi valuterò se continuare o meno, dipende se "il meccanismo" della storia mi va a noia o no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è proprio quello, Caroline: per ora si tratta proprio di una serie di micro-storielline piene di gag... e basta. Mi sono fatto l'idea che nel prosieguo, magari, ci sarà un filo che unirà tutto quanto, un abbozzo di trama, perché le premesse secondo me non sono niente male: cioè, Gesù e Buddha sulla Terra, dico, mica pizza e fichi! :-D
      Però questo primo volumetto mi ha detto pochino... Proverò anche il secondo e poi deciderò!

      Elimina
  3. Io mi aspettavo un manga dall'umorismo più caustico e feroce, ed invece è molto grazioso e leggero, quindi ci sono rimasto un po' male. Probabilmente leggerò anche gli altri volumi, ma non impazzirò nell'attesa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non so bene cosa mi aspettassi, ma certamente qualcosa di diverso.
      Come ho detto poco sopra, mi pare che la premessa generale sia buona, ci sono i presupposti per raccontare belle storie, credo, sempre mantenendo l'umorismo (...magari migliorandolo anche un po'...). Ma se andasse avanti solo così, a storielline, non so se continuerei ad acquistarlo...
      Vedremo! ^^

      Elimina
    2. Secondo me rimane così. Come struttura mi pare proprio quella tipica dello slice of life (termine abusatissimo, ma così è), quindi non prevedo cambiamenti di sorta. Ma magari, fra qualche volume, ci sarà un cambio di rotta , come successo nel quarto volume di Thermae Romae...Chissà!

      Elimina
    3. Yue, se così fosse la serie avrà un lettore in meno. Pazienza :)

      p.s. Questa è la prima volta che scrivo un commento non entusiastico e, credimi, ho fatto una fatica del diavolo e, soprattutto, non sono per niente soddisfatto del mio scritto... E, alla fine, ti confesso che mi sono anche moderato (= falso?...) perché temo che il manga in questione mi sia piaciuto meno di quanto sono riuscito a dire...
      Ma sai che ci ho dormito male stanotte? :)
      Credo che tornerò a parlare solo di quello che mi piace tanto!

      p.p.s. Thermae Romae lo voglio provare, almeno il primo volume!

      Elimina
  4. Anche io ne ho sentito parlare ovunque e onestamente avevo grandissime aspettative.. ora me le hai un po' smontate ma forse è meglio così.. almeno non avrò una cocente delusione!
    Lo prenderò cmq aspettandomi un po' meno di quello che la mia mente proiettava. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, mi fa piacere che tu lo dica Nyu, evidentemente non ero l'unico ad aspettarmi qualcosa in più, viste le premesse!^^
      Poi, come sempre, tutto è soggettivo, in primis i gusti, quindi non farti condizionare troppo dalla mia non ottima prima impressione ;-)

      Elimina
  5. A me è piaciuto molto che il filo conduttore sia il carattere dei due personaggi principali, che si discosta abbastanza da quello che le religioni tradizionalmente mostrano. Da una parte c'è un Gesù spendaccione e attaccato ai beni materiali (quando la chiesa fa della carità il suo tratto dominante) e dall'altro un Budda estremamente irascibile (ora, non sono un'esperta di religioni orientali ma l'idea che mi ero fatta di Budda era un po' diversa). Il loro rapporto (Gesù che fa cazzate a ripetizione e Budda che ci mette una pezza ma terrorizza l'amico nel profondo quando si arrabbia), dove il dominante è palesemente Budda ma Gesù risulta estremamente sottile e scanzonato nel provocarlo e manovrarlo, è qualcosa che ho a dir poco adorato :D

    Certo, molto battute sono un po' criptiche ma trovo comunque che sia interessante vedere come gli stereotipi religiosi occidentali possono essere stravolti da un autore appartenente ad una cultura diversa :D

    Spero solo non finisca in ghiacciaia ç__ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco: Acalia ci ha messo a posto tutt* quant* :-D

      Sì, tutto ciò che dici è vero e mi dispiace molto non essere riuscito a scriverlo nel mio commentino... (*dice con aria gentile, ma invidiando ferocemente la bravura di Acalia*...)
      La costruzione delle psicologie dei personaggi, sebbene secondo me un po' tagliata con l'accetta, è divertente e dissacrante [1], ma secondo me resta il limite delle storielline un po' slegate le une dalle altre e che alla fin fine, a me personalmente, lasciano pochino...

      Sono però felice del tuo giudizio positivo, che serve a chi ci legge per farsi un'idea più completa e non "a senso unico" (come purtroppo è stato il mio articoluzzo...)

      Colgo infine l'occasione per farti ancora i complimenti per i magnifici mega-post sul tuo Blog! ^^

      [1] "Dissacrante" però per chi ha un concetto sacro di questi due personaggi... forse anche per questo con me la cosa non ha funzionato granché, dato che - pur essendo io interessatissimo alle religioni, da un punto di vista squisitamente culturale e "sociologico" - non ho una concezione "sacra" riferita ai Due...

      Elimina
    2. Ma no. Semplicemente ci hanno colpito maggiormente cose differenti ^^
      Personalmente ritengo sempre che il punto più importante per un'opera siano i personaggi (rispetto a trama e realizzazione tecnica), per cui posso tranquillamente amare una serie di questo genere, che non ha una trama ben definita ma è tutta basata sulla realizzazione delle psicologie e sulle interazioni tra i personaggi.

      Sul discorso del "dissacrante". Non ho nessuna visione sacra dei due protagonisti e, anzi, trovo che non sia una rappresentazione troppo dissacrante (per dire, sono entrambi buoni e gentili - un gesù dissacrante potrebbe essere un gesù Heavy Metal o quello di Jenus), viene solo mostrato un lato delle loro personalità più intimo e privato. Un lato che la religione non avrebbe comunque avuto modo di mostrare perché avrebbe reso le sue divinità (o semi divinità o quello che sono) troppo poco divine :D

      PS Grazie ancora :D

      Elimina
  6. Avevo letto il primo volume di questo manga in inglese quando ancora non era edito e lo avevo trovato abbastanza piacevole, pur concordando con te che certe battute vengono rovinate dalle note che, comunque, sono necessarie altrimenti non si capirebbe nulla. Un po' il cane che si morde la coda!
    Devo dire che, se si parla solo dello spunto di base della trama, ci si aspetta chissà cosa (se non lo avessi testato prima anche io mi sarei fatta qualche film XD), quando invece è una normalissima serie di gag.

    Ad essere sincera non pensavo che avrebbero annunciato questo titolo in Italia proprio per questo suo essere "difficile" per tipo di battute e riferimenti. E' quasi' la stessa cosa che ho pensato quando annunciarono Hetalia (di cui ho saltato anche il primo volume per via del prezzo spropositato e dell'edizione superlusso a mio parere totalmente superflua!).
    Il primo volume penso che lo recupererò appena posso di sicuro ma, non con troppa fretta. E' carino, ma ho altre priorità diciamo.
    La cosa che mi è piaciuta di più è che pur "prendendo di mira" due personalità tanto...importanti, non scade nel volgare. Cosa che non amo per nulla. Non sono particolarmente religiosa, ma le battutacce blasfeme (nel senso di bestemmiomi e roba varia) fatte dai ragazzi (soprattutto) "perchè fa figo" mi danno sui nervi! Non vedo perchè essere atei per molti voglia dire solo sfottere chi è credente. Ho apprezzato molto questa leggerezza e simpatia di Saint young men ^^ E' una serie che si ricorda più per i personaggi che non per le battute alla fin fine...e vorrei ben vedere, con due protagonisti così! :P
    Non penso che lo seguirò regolarmente (anche perchè dubito che uscirà regolarmente!) , però penso che recuperare un volume ogni tanto mi farebbe piacere ^^
    Concordo per il prezzo...senza nulla togliere ai gag manga, ma...è davvero così fondamentale che abbiano delle edizioni "di lusso"? Secondo me per chi segue queste serie basterebbero quelle con prezzi da "edicola". E' anche vero che la Jpop ormai pubblica solo volumi a questo prezzo o di più...
    Ero proprio curiosa di leggere il tuo parere :)
    A presto! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ps: e come al solito, senza rendermene conto, il mio lato logorroico ha preso il sopravvento ç__ç

      Elimina
    2. Ma figurati Millefoglie, i tuoi commenti sono sempre pertinenti e piacevolissimi!^^
      Sii "logorroica" quanto vuoi, per me è solo un piacere! :)
      Condivido molti dei tuoi pensieri e della tua saggezza anche se, ammetto, sono forse meno sensibile alla "bestemmia": diciamo che non amo, per mio carattere, le "parolacce", non sono abituato ad usarne se non in occasioni magari di rabbia (quindi eccezionali), ma che qualcuno offenda una qualche divinità mi lascia piuttosto indifferente, ecco.
      Mi piacerebbe molto sapere se l'autrice è religiosa e se sì a quale religione fa riferimento: non credo sia cristiana né buddhista, perché tgratta Buddha e Gesù con estrema leggerezza e credo che anche la persona religiosa più "aperta mentalmente" (secondo me è un ossimoro, ma lasciamo perdere) avrebbe qualcosa da ridire.
      Comunque, sempre escludendo la volgarità, mi sarei aspettato che si osasse un po' di più: in fondo le gag sono proprio piccine e, mi pare, mooolto soft e innocue.

      Per dire: mi piace molto un fumetto che si chiama Gesù e contro i Vampiri, che pur non essendo chissà quanto "blasfemo" (e non essendo certo un fumetto per bimbi/e...), prende un personaggio potente come Gesù e lo fa scatenare!
      (qui un mio vecchissimo commento:
      http://fumettidicartarchivio.blogspot.it/2009/10/gesu-contro-i-vampiri-mar-2008.html )
      Questo Gesù e questo Buddha, invece, mi hanno lasciato proprio freddino, ecco...
      Bene, mi sa che sono stato un po' logorroico anch'io XD

      Elimina
    3. ...però quello che amo più di tutti è questo :-D

      http://fumettidicartarchivio.blogspot.it/2012/11/gesu.html

      ...che non è per cuori sensibili :-)))

      Elimina
    4. Scusa: Gesù contro i Vampiri è a questo link:

      http://fumettidicartarchivio.blogspot.it/2009/10/gesu-contro-i-vampiri.html

      Elimina
    5. Grazie mille :)
      Certe volte mi faccio prendere la mano e mi rendo conto delle dimensioni del commento solo dopo averlo pubblicato >//< Ma mi piace molto chiacchierare su questo blog e su questi argomenti! ^^

      Più che l'offesa contro la divinità (che comunque trovo insensata perchè se si è atei non ha senso prendersela con gli dei XD), mi da fastidio quando vengono dette davanti a persone credenti. A volte capitava in classe che le dicessero davanti ad una mia compagna credente (che anche se un po' "chiusa di metne" non andava ad assillare gli altri) e a me non sembrava corretto nei suoi confronti.

      Da quel che mi sembra di capire dei giapponesi e da quello che ha detto la mia insegnante di lingua, i giapponesi "aderiscono" (spesso solo per tradizione e non per fede vera e propria) a più religioni contemporaneamente. Tanto che esiste un detto: "in giappone si nasce scintoisti, ci si sposa da cristiani e si muore buddisti". Questo perchè il buddismo non ha un rito di "battesimo" e lo scintoismo (se non erro) non ne ha uno per il funerale o per il matrimonio. Quindi fanno una specie di puzzle (per i matrimoni civili ovviament eil discorso è a parte). XD Per di più, come la cara Lisa dei Simpsons ci insegna (**), ad un buddista non è proibito frequentare altri luoghi sacri o assistere a riti di altre religioni. La mia insegnante dice che la sua famiglia è buddista, ma se volesse andare in chiesa o sposarsi in chiesa non ci sarebbero problemi per la sua religione. Lo stesso non credo sia possibili da cristiani, almeno per quanto ne so...
      Infatti per i giapponesi non è molto assurdo che coesistano divinità di diverse religioni (cosa che per noi invece è paradossale ed è anche una delle cose che mi diverte di più in Saint Young Men XD).
      Basti pensare a tutti quei manga in cui saltano fuori Vaticano, preti e compagnia e allo stesso tempo spiriti e monaci. Mi vengono in mente Ao no Exorcist e trinity blood (anche se in quest'ultimo non ci sono spiriti, ma è più sullo sci-fi made in Vaticano XD).

      Riguardo le gag di SYM, avendolo letto in inglese ricordo più la sensazione che mi ha lasciato che non le battute vere e proprie. Concordo comunque sul fatto che qualche battutina un po' più "acida" me la sarei aspettata anche io^^

      Ho letto entrambe le recensioni e devo dire che i volumi sono basati su idee molto simpatiche! ^^ Confesso che Gesù super eroe mi ha stupita di più XD Questo tipo di "blasfemie" (oddio mi sento un prete a parlare in questo modo °.°) non mi danno alcun fastidio, anzi mi divertono. E' quando ci si butta sul volgare "tanto per" che mi infastidisco. A proposito di questo genere di fumetti...conosci la serie delle Suore Ninja? L'ho vista in negozio diverse volte e quelle suorine mi facevano simpatia XD

      Elimina
    6. Anche a me piace chiacchierare XD
      Io credo che la bestemmia (sulla quale, per dire quanto è importante l'argomento, lessi anni e anni fa un saggio dell'antipsichiatra Ronald Laing http://it.wikipedia.org/wiki/Ronald_Laing ) non voglia offendere la divinità, quanto "fare scalpore", quando a proferirla siano persone non credenti. Tra l'altro, per esperienza personale (parenti) posso assicurarti che le peggiori e più agghiaccianti bestemmie le ho sentite da ferventi cattolici (e in quel caso hanno ancora un altro significato).
      Se la bestemmia, proprio perché "parolaccia", non la amo, altrettanto non posso dire per l'anticlericalismo e, generalmente, l'essere contro qualsiasi questione "di/per fede", che invece son cose che fanno parte della mia cultura (razionale). Anzi, attribuisco all'invenzione delle religioni organizzate il peggioramento della vita dell'umanità.
      Pare una contraddizione, ma tra le cose che m'interessano maggiormente ci sono proprio le religioni :) In casa mia alcune librerie sono dedicate solo a testi religiosi o sull'argomento!
      Sono abbastanza addentro, culturalmente, a quelle indiane e ho studiato per diversi anni il buddhismo e il cristianesimo. Mentre sono ancora piuttosto a digiuno sulle religioni giapponesi, ma conosco anch'io molto bene il detto sulla nascita-matrimonio e morte che citi :)
      Ti confermo che in alcune (non tutte eh!) scuole di pensiero buddhiste non c'è contraddizione tra il professarsi buddhisti e il frequentare altre "chiese".
      La cosa è assolutamente impensabile nel cristianesimo: per tutte le branche di esso l'unica salvezza si trova all'interno della (propria) chiesa cristiana.
      Diversissimo, invece, il cosiddetto hinduismo: molte correnti di pensieri hindu... ma mi sto allargando troppo! :-D

      (Comunque se t'interessa prova a cercare la definizione di "enoteismo" e ti stupirai! ^^)

      Comunque ho notato anch'io, in altri manga, una felice commistione di religioni senza che ne venga fuori alcun problema! Dicono che i Giapponesi abbiano concezioni religiose meno "fanatiche" di quelle occidentali... Verificheremo, verificheremo! :-)

      Per quanto riguarda Suore Ninja, ne ho letto il primo numero e francamente non m'è piaciuto per niente...

      Elimina
    7. Grazie per le delucidazioni :) non sapevo ci fossero addirittura saggi tanto importanti sull'argomento! In effetti la motivazione di "suscitare scalpore" è indubbiamente più "sensata" per un ateo rispetto a quella di offendere una divinità. A volte quando chiedevo a dei miei compagni (che si professavano atei, spesso senza capirne il significato) perchè bestemmiassero, mi dicevano: "eh ma così non offendiamo nessuno". @_@

      Io non sono ancora abbastanza esperta (diciamo pure che sono quasi a secco XD) su questo argomento per farmi un'idea precisa, però devo dire che l'argomento mi affascina per quanto riguarda l'influenza delle religioni sulla società, che poi è uno dei motivi per cui anche tu sei appassionato di questo argomento se ho capito bene ^^
      In parte comunque mi trovo d'accordo con quanto hai scritto sulle religioni organizzate, soprattutto quando si eccede nell'organizzazione finendo per escludere e basta.

      In effetti il detto che ho citato sospettavo che lo conoscessi, dato che io l'ho "scoperto" abbastanza facilmente :)

      Ho cercato il termine che mi hai consigliato ed è proprio un concetto interessante! Grazie per il suggerimento! ^^

      Penso dipenda molto anche dal periodo storico...è una questione su cui riflettere in effetti! ^^

      Allora lo salto a piè pari XD io l'avevo solo sfogliato in edicola e non capivo se era una genialata o una boiata pazzesca. Mi sa che ho fatto bene ad evitarlo, perchè mi sembra di capire che è la seconda opzione!

      Elimina
  7. A me è piaciuto, ma in effetti non avevo altre aspettative se non quelle di una lettura poco impegnativa che ti strappa qualche risata.
    E' un po' l'effetto che mi fa Nobiltà Contadina, pur ammettendo che l'Arakawa, almeno per me, sa essere più comica, e non manca di inserire anche riflessioni un po' più serie.
    Sono parentesi piacevoli di una mezz'oretta, e la struttura a gag, con i tempi che corrono (leggasi irregolarità nelle uscite), ti permette di godertele senza rosicarti il fegato per i mesi che passano tra un'uscita e un'altra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per l'ultima parte del discorso posso capirti, Hana ^^
      Come detto, mi fa piacere - davvero! - che altre persone abbiano avuto impressioni diverse dalle mie. In effetti possono essere piacevoli sia le serie lunghe con mille sottotrame che dei manga con struttura a gag.
      Devo dire infine che come autrice, sia nel disegno che nella costruzione della storia, preferisco molto l'Arakawa che mi dà l'impressione di essere più "sicura" nel suo mestiere (mi riferisco a Nobiltà Contadina e a SIlver Spoon, perché FMA... ebbene... non l'ho ancora letto... *senso di colpa devastante*).
      Grazie tantissimo per il tuo commento Hana :)

      Elimina
  8. L'ho letto anch'io e l' ho trovato simpatico e abbastanza divertente! Non sapevo bene cosa aspettarmi da questo manga, diciamo che lo conoscevo giusto di nome e di fama, nulla più! Mi ha fatto sorridere soprattutto una cosa: più che due amici, Gesù e Budda sembrano piuttosto due amiche o due sorelle, per il tipo di rapporto che ci propongono! Mi è sembrato molto originale anche per questo, e credo che continuerò a comprarlo e a leggerlo molto volentieri! I manga umoristici e questi "slice of life" senza una trama precisa, in cui i personaggi sono il vero (e qui,forse, il solo) filo conduttore mi piacciono molto e trovarne uno così grazioso mi ha fatto molto piacere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che il mio commento non-positivo non abbia rovinato la lettura a nessuno/a XD
      Quel che dici su Buddha e Gesù come "amiche" è un punto di vista interessante e che ha parzialmente sviluppato anche Wally Rainbow sul suo blog, in questo articolo come sempre bello e interessante:

      http://lightelf.blogspot.it/2013/12/sacro-e-profano.html

      Grazie per il commento Bibiz, e buon anno! ^^

      Elimina
  9. Macché rovinare,è interessante leggere opinioni diverse dalla propria quando sono espresse in maniera intelligente e tranquilla! Anche al moroso ha fatto uno strano effetto e alcune battute e gag gli son risultate poco divertenti (e a lui piace parecchio gintama, per dire!) : si vede che è un manga di nicchia molto "nicchioso" ed è ancora più strano che sia arrivato fin qui! (io proprio non me l'aspettavo...mi unisco al coro di chi spera non finisca in ghiacciaia! ç_ç )
    Ricambio con piacere gli auguri e, ora che queste feste stanno finendo, confido di avete nuovamente un po' di tempo per commentare, che ho visto recensioni di cosine gustose! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Bibiz, ogni tuo commento sarà graditissimo! ^^

      Elimina