sabato 29 settembre 2012

"Caro diario, oggi ho letto..."



Premessa e postscriptum per tutti i passati e futuri scritti su questo blogghino (o "visualizza il mio profilo completo")
.
..
Su questo prescindibile blog personale parlo di me e di alcuni - una minima parte - dei fumetti che leggo.
Da quando sono volontariamente rimasto solo a scrivere su Fumetti di Carta, non ho più bisogno di cercare una qualche bella vernice per rendere i miei commenti più "interessanti".

Su questo blog divago e provo a instillare un po' di "entusiasmo preventivo" per fumetti che a me son piaciuti tanto o tantissimo. A diventare un po' più critico ed obiettivo ho rinunciato. Questo blog è diventato una specie di "caro diario, oggi ho letto...".
.
Ciò non significa nella maniera più assoluta che io non prenda seriamente ciò che scrivo qui. Il fatto che io consideri questo blog "prescindibile" per chiunque (e mi si creda: non cerco di "captare" alcuna "benevolenza") non significa che lo sia per me. A tutt'oggi ho bisogno di scrivere le sciocchezze con cui riempio questo blog. Anche se non sono un critico né un esperto e neppure posseggo informazioni particolarmente importanti da comunicare. E' un bisogno mio. Forse per cercare di comprendere meglio i fumetti di cui racconto? Può essere. Forse per cercare di comprendere meglio me stesso? Anche questo ha senso. E infine perché, come tutti/e, ho l'ego grande quanto una cattedrale gotica.
Credo che ciò che scrivo possa interessare qualcuno?
Beh... ho quasi smesso di chiedermelo :)  Il giorno che smetterò del tutto di chiedermelo sarò ancora più sereno e felice!

Ho ancora qualche riscontro, è comprensibile. "Fumetti di Carta" è stato per anni una piccola realtà tra le webzine amatoriali della rete e ha ricevuto moltissimi apprezzamenti da lettori, appassionati e da qualche addetto ai lavori. A fronte di ciò, qualche amico/a passa ancora di qui a leggere e magari mi scrive un'email (graditissima!) con qualche commento o di generica stima o - quando succede quasi svengo! - per dirmi che ha comprato un fumetto di cui ho parlato e concorda con me nel giudizio positivo, cioè gli/le è piaciuto tanto quanto a me. Una bella chiacchierata, anche solo via e-mail, con qualche appassionato/a di fumetti, da appassionato ad appassionato/a, mi fa comunque sempre piacere, blog o non blog.
.
Ma è giusto dire che questo "Fumetti di Carta" non ha più nulla a che vedere con le versioni precedenti. Tranne che con la primissima versione, quella che ha visto la nascita di un piccolissimo sito sui fumetti in cui me la cantavo e me la suonavo da solo. Ecco: sono tornato alle origini.
.
 .
Mi piacerebbe spiegare perché è successo questo cambiamento.
Quando nacque Fumetti di Carta - detto affettuosamente FDC (per non confonderlo con l'autorevolissima rivista Fumo di China, abbreviata in FdC, con la "d" minuscola) - ero abbastanza presuntuoso da ritenermi insoddisfatto dei siti sui fumetti in italiano che erano allora in rete. Forse era solo invidia, la mia. Mi vantavo un pochino delle mie letture fumettistiche (allora) ultratrentennali, ma sapevo bene che quello non era garanzia di nulla: non ero, né sono, un esperto né sono in grado di fare colti e approfonditi collegamenti tra le cose per poter scrivere articoli importanti o che suscitino dibattito. Avevo solo il mio amore smisurato per i fumetti e la mia obiettivamente vasta "emotività". Ho quindi cercato di unire le due cose sperando ne uscisse qualcosa che potesse interessare qualcuno/a.

Ora, oltre undici anni dopo la nascita di quella prima versione di FDC, sono tornato allo stesso punto di partenza, con l'unica differenza che allora c'era, parallelamente, il sogno di poter crescere insieme con qualcun altro/a e magari far nascere un embrione di "rivista on line" che, frutto di più teste pensanti, avrebbe potuto dar vita a una "redazione" che avrebbe sviluppato temi, intervistato persone e cose del genere.
Per un po' è successo ed è stato un periodo proprio felice! Quattordici persone che collaborano fattivamente a una webzine, mettendoci impegno e passione, discutendo collettivamente sulle scelte da fare, sviluppando amicizie personali (quella ancora ci sono, eh!) non è roba da poco, anzi è una cosa stupenda! E un'altra cosa bella è che di quel periodo - 2003/2007 più o meno - mi restano solo ricordi belli e dolci. Eventuali discussioni pesanti, litigi o dolorose defezioni sono completamente e teneramente dimenticati.
.
.
Dopo un ulteriore periodo solitario o quasi, su FDC si ritrovarono oltre a me altre sei persone appassionatissime di fumetti più un paio di persone che saltuariamente scrivevano qualche articolo per la webzine.
Non è però nato nessun tipo di "redazione" e FDC negli ultimi anni ha quindi ospitato/è stata fatta da articoli e scritti diciamo così "scollegati" tra loro e da un qualsiasi tipo di "programmazione redazionale". Questo, secondo me, perché nessuno di noi è più un ragazzino e gli impegni familiari/lavorativi/sociali non favoriscono il passare del tempo a organizzare una rivista telematica. E' definitivamente e finalmente morto un sogno.
.
Oltre a questo, e grazie a questo, si è ulteriormente rafforzata la mia consapevolezza di non avere più bisogno di giustificazioni per scrivere ciò che scrivo e di non avere più alcuna voglia di cercare, anche solo mentalmente, di "adeguarmi" a quello che, convenzionalmente, dovrebbe o potrebbe essere un modo "giusto" di scrivere cose sui fumetti che leggo (e di non riuscirci, peraltro).
Mi prendo quindi la responsabilità delle sciocchezze che scrivo e che scriverò senza coinvolgere terzi nei miei deliri "emotivi" e, per dire, mi andasse mai di scrivere un commento a un fumetto in versi o in klingoniano, lo farò senza problemi.
O viceversa mi andasse di non scrivere mai più una sola riga sui fumetti per tutto il resto della mia vita, farò anche questo.

.
Ecco, finalmente ho chiarito tutto, o quasi :)






"Nancy and Sluggo" created by Ernie Bushmiller






4 commenti:

  1. Vai Orli!
    Ti leggo da quando il tuo sito era ancora su digilander e nemmeno ti conoscevo (non so se te l'ho mai detto, in effetti)e dopo ben 11 anni e tante incarnazioni ancora ti seguo e ti sostengo, anche se molto spesso in silenzio!

    Dalle tue recensioni si percepisce SEMPRE un entusiasmo e una passione che invece io ho perso (ed onestamente un po rimpiango) e ben venga se sono scritte in "totale libertà", senza sentire il bisogno di unificarti ad una "linea editoriale", perchè le rendono sempre autentiche e mai un compitino per riempire uno slot del sito!

    Beh, tutto questo per dirti "in bocca al lupo" per questo nuovo corso di FDC! :)

    V.

    RispondiElimina
  2. Grazie Valentino! :)
    Sei una persona con una pazienza infinita se mi segui dal 2001 e non ti sei ancora stufato di leggere le mie sciocchezze :-D
    Sì, l'entusiasmo c'è sempre, anzi direi che è sempre più forte! Leggo tantissimi fumetti che mi piacciono (qui parlo solo del 5% di quel che leggo, anche meno... il tempo è quel che è...) e questi anni per chi ama i fumetti - e ha uno stipendio...- sono una pacchia :-D
    COmunque grazie di cuore per il tuo sostegno, che è sempre preziosissimo, così come la tua amicizia <3
    O.

    RispondiElimina
  3. Ciao Orlando
    Arrivo al tuo blog grazie al tuo gentilissimo commento al mio piccolo spazio mitico.

    Sotto un'altra delle mie "incarnazioni" web faccio anche io un blog sui fumetti, e ho avuto il piacere recentemente di collaborare con Conversazioni sul Fumetto... perché in fondo i fumetti presentano anche dei "miti di carta".
    Così ti posso dire che mi sono ritrovato nelle tue parole.
    Questo post è per me un tuffo nel passato. Anche io ho cercato assieme agli amici di fare una (due in realtà!) fanzine cartacee, e mi sono ritrovato in quasi tutte le situazioni che hai descritto.
    Certo, per questioni recenti, per alcuni dei miei compagni d'avventura non ho ancora una "tenera dimenticanza"... ma passerà. "Da Grandi passioni nascono grandi conflittualità", giusto? :-P

    Ma soprattutto condivido il tuo messaggio di fondo: la libertà di poter scrivere di ciò che ti piace, come ti piace.
    Secondo me fai benissimo.

    Ho dato uno sguardo (ahimè, per ora troppo veloce) ai tuoi post: hai guadagnato un sostenitore :-)

    A risentirci (e a rileggerti)
    Eugenio Marica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le tue parole Eugenio :)
      Sono diventato un fan di Mitika perché il tuo blog è stupendo, una miniera piena di gioielli! [ http://deiuominimiti.blogspot.it/ ] Credo proprio che la mia passione per i fumetti - e mi sa anche la tua ^__^ - sia strettissimamente imparentata con quella per la Mitologia.
      Per quanto riguarda le Grandi COnflittualità... passano presto, non temere :) Anzi: spesso succede che le separazioni, dopo un ragionevole e fisiologico lasso di tempo, "riaggiustino" i rapporti e appianino i conflitti.
      Su COnversazioni sul Fumetto, invece... che dire se non, banalmente (ma sinceramente), che è Il mio Blog Preferito?...
      Complimenti a te e, ancora, grazie di cuore :)
      Orlando

      Elimina