venerdì 4 maggio 2012

THE AVENGERS - il film


THE AVENGERS - di Joss Whedon, 2012

Mission accomplished. L'intento di queste grosse produzioni cinematografiche dei Marvel Studios, oltre a fare una montagna di soldi, è quello di divertire il suo pubblico che sia esso composto da fan dei fumetti Marvel o meno poco importa.
.
Beh, missione compiuta senza riserve. Una storia ben costruita ma chiara e lineare, funzionale allo scopo ludico duro e puro della pellicola. I vari protagonisti, che sono davvero tanti, hanno il giusto spazio per rendere evidenti le proprie peculiari caratteristiche senza che il film conceda lunghe digressioni allontanando lo spettatore dalla trama principale.
.
La regia di Whedon gestisce bene l'alternarsi di scontri epici e scene ironiche, ottimo l'uso degli effetti speciali e grande sensibilità nel rispettare lo spirito dei personaggi Marvel e nel creare vere e proprie scene cult.
Il cast è di prima grandezza e guardando il film traspare la sensazione di grande divertimento collettivo che deve aver avvolto l'intera produzione.
.
Discorso a parte quello dedicato al 3D. Personalmente non sono tra i più grandi estimatori di questa esperienza visiva. Purtroppo trovare sale che trasmettano il film in 2D a degli orari consoni alle proprie esigenze diventa sempre più difficile. Nel caso specifico il 3D assolve al suo compito, le varie scene hanno una buona resa visiva ma l'impressione generale che ho avuto è che l'esperienza sia assolutamente superflua. Sono convinto che Avengers visto in due dimensioni mi avrebbe fatto lo stesso identico effetto, avrei risparmiato dei soldi e mi sarei evitato quella fastidiosa sensazione di affaticamento agli occhi per la quasi intera durata dello spettacolo. Ma tant'è.
.
Cosa succede in questo film probabilmente a quest'ora lo sapete già tutti. Ad ogni modo l'azione si apre in una base segreta dove Nick Fury (Samuel L. Jackson) e il dottor Selvig (Stellan Skarsgard) osservano preoccupati le strane attività energetiche legate al Tesseract, fonte di energia attivatasi inspiegabilmente (per i Marvel-Fan il tesseract non è altro che il più noto Cubo Cosmico, perché non chiamarlo così?).
Il cubo improvvisamente apre un portale dal quale spunta Loki (Tom Hiddleston), il malvagio fratellastro di Thor (Chris Hemsworth), che riesce a impossessarsi dell'artefatto e asservire ai suoi voleri il dottor Selvig e l'agente S.H.I.E.L.D. Clint Burton (l'Occhio di Falco interpretato da Jeremy Renner).
.
Per far fronte a questa terribile minaccia, Fury con l'aiuto degli agenti Romanoff (la Vedova Nera, Scarlett Johansson), Coulson (Clark Gregg) e Hill (Cobie Smulders) cercano di rimettere in piedi il progetto Vendicatori. Riluttanti o meno rispondono all'appello delle vere e proprie leggende: il Dio asgardiano del tuono Thor, il multimiliardario Tony Stark nei metallici panni di Iron Man (Robert Downey Jr.), la leggenda vivente Capitan America (Chris Evans) e lo scienziato Bruce Banner che ormai da più di un anno tiene imbrigliato il devastante potere di Hulk (Mark Ruffalo).
.
In perfetto stile Marvel, prima che la squadra trovi la motivazione per agire di comune accordo, non mancheranno gli scontri tra eroi. Bellissimo lo scontro nei boschi tra Iron Man e Thor, scena memorabile di grande azione chiusa solo dall'intervento del Capitano. Anche sull'elivelivolo dello S.H.I.E.L.D. le cose non vanno meglio a causa delle tensioni tra Stark e Rogers, alla presenza di Banner e alle macchinazioni segrete di Fury.
Inoltre il gruppo dovra fronteggiare, oltre al Dio dell'inganno, anche il tradimento di Occhio di Falco e l'invasione extraterrestre guidata da Loki per mano della razza aliena dei Chitauri.
Imperdibile la sequenza finale dove la squadra tenta di impedire la distruzione di New York e impagabile lo scontro tra Hulk e Loki (una perla).
.
Ovviamente non proprio tutto è perfetto: il personaggio di Maria Hill è per lo più superfluo (nonostante la bellezza indiscutibile della Smulders) e mai tosto come dovrebbe, il look di Cap è difficile da digerire, bruttino anziché no, il suo personaggio è forse quello meno sfruttato a dovere, Il 3D non così necessario.
.
I pregi della pellicola però sono decisamente maggiori: un Hulk finalmente convincente, Ruffalo è un ottimo Bruce Banner e anche la sua versione digitale finalmente non fa storcere il naso ma è ben realizzata.
Possiamo ammirare in tutto il suo splendore il classico elivelivolo dello S.H.I.E.L.D. e alcune scene d'azione estremamente divertenti.
Un cast stellare e divertito: il solito gigione Downey Jr che amoreggia con Pepper Potts (Gwyneth Paltrow), un villain viscido e intrigante ben interpretato da Hiddleston e una quantità di scene ironiche che strappano la risata. Ah, dopo i titoli c'è la solita scena finale che non preannuncia nulla di buono.
.
The Avengers è un film che dà soddisfazione, ottimamente realizzato che piacerà ai Marvel-fan ma anche a chi è a digiunto di questo universo narrativo cartaceo.
.
.

Nessun commento:

Posta un commento