domenica 30 ottobre 2011

Megalex

Megalex, testi di Alejandro Jodorowsky; disegni e colori di  Fred Beltran – brossurato, col. – 15 euro – Magic Press
.

Gli abitanti di Megalex aspettano la manna dal cielo, per poi trasformarla in cibo. La manna può essere tramutata con il pensiero in qualsiasi sostanza commestibile. Non la consumano seduti a tavola nelle proprie abitazioni, ma in giro per Megalex, dove capita. Si iniettano pesanti dosi di SPV e campano fino a 40 anni perché così hanno stabilito il re e la regina.
Ho letto Megalex ascoltando i Kraftwerk e pensando a quanto fosse insano ciò che stavo leggendo, e non perché Megalex rappresenti una grossa novità in quanto ad argomenti trattati, ma perché si esprime per quello che è: un contenitore di lucida follia e di umanità repressa, in cui la legge ti obbliga a nascere perfetto e a morire quando lo decide lei. Le anomalie non sono ammesse, e se hai un occhio più scuro rispetto all’altro, non sei degno di Megalex. Ed è proprio da una coraggiosa anomalia che scatta quella rivoluzione quasi obbligatoria per storie come questa. Il popolo di Chem, la foresta posizionata oltre il confine di Megalex, accoglie l’anomalia nelle proprie fila, e si prepara a rovesciare le sorti del proprio mondo.

Project Superpowers: Capitolo Due

Project Superpowers: capitolo due, di Alex Ross, Jim Krueger ed Edgar Salazar – Panini Comics (volume 1 Gli eredi, 168 pp. 15 euro, volume 2 Titani, 144 pp. – 13 euro)
.
.
Ora che la Panini ha pubblicato il secondo e ultimo volume della seconda miniserie di Project Superpowers, è giunto il momento di fare un primo bilancio su questo lavoro di Alex Ross e soci.
Recensendo la prima miniserie ci eravamo lasciati con un punto interrogativo: gli autori sarebbero riusciti a rimediare ai difetti dei primi otto numeri, dando un segno positivo a un progetto comunque ambizioso e coraggioso? Alla luce di questi secondi tredici numeri la risposta purtroppo è no.
Per capire meglio il perché di questo giudizio (apparentemente) impietoso giova ricordare i dubbi emersi nella recensione precedente, e nel farlo cerchiamo anche di riassumere brevemente le caratteristiche e i contenuti dell’opera.


sabato 15 ottobre 2011

Gianfranco Manfredi: intervista esclusiva

L’amore, la Storia e l’avventura – Intervista a Gianfranco Manfredi
.

.
I lettori amano l’autore capace di raccontare storie intriganti, caratterizzate da spunti inconsueti e originali. Se poi quell’autore tiene vivo un fitto rapporto con i suoi lettori, abbiamo l’identikit di Gianfranco Manfredi. Volevamo scambiare quattro chiacchiere con lui a proposito del suo nuovissimo Shangai Devil, il sequel di Volto Nascosto che ha debuttato in edicola proprio questo mese.
Ma Manfredi regala spesso riflessioni interessanti anche durante le interviste e così diventa difficile non ampliare il discorso su altri argomenti.
Il risultato finale è una chiacchierata in cui lo sceneggiatore parla dei suoi lavori, della sua carriera e offre una panoramica su alcuni aspetti del fumetto attuale.
Con qualche sguardo al futuro.

Uncanny X-Force

Uncanny X-Force, di Rick Remender e Jerome Opena, su X-Men De Luxe nn. 197 – 198 -  brossura, 96 pag., col. – 4 euro – Panini Comics
.
Ha preso il via su X-Men De Luxe 197, la nuova X-Force di Rick Remender.
Ero a digiuno di X-Force dai tempi di Liefeld, e l’ultima cosa che mi è capitato di leggere sui mutanti è stata la run di Joss Whedon sugli X-Men, quindi mi sono dato alla lettura di questo albo abbastanza spiazzato, mi sembra di aver capito che  gli X-Men si sono trasferiti a Cisco, e continuano col supereroismo spinto a beneficio di quella raccolta di consensi tra la gente comune, per riabilitare l’immagine dei mutanti.
Mentre X-Force che ai tempi di Cable e Liefeld era fondamentalmente il gruppo che si contrapponeva al FLM (Fronte Liberazione Mutanti) di Stryfe , ora sembra invece una sorta di Justice League Elite, ossia un gruppo ombra, impegnato in tutte quelle missioni più sporche ed estreme.

venerdì 7 ottobre 2011

Battle Royale

Battle Royale, di Koushun Takami (testi), Masayuki Taguchi (disegni) – 15 albi,  euro 4,90 cadauno – Planet Manga
.
.
La Planet Manga ha appena concluso la ristampa in quindici volumetti di Battle Royale, acclamata saga firmata Koushun Takami. Un’opera discussa che è già un classico e si distingue per la sua intensità e i curatissimi disegni iperrealisti di Masayuki Taguchi. Battle Royale è un prodotto dalla genesi molto particolare, con una storia travagliata e numerose facce mediatiche, ciascuna delle quali mostra una sua peculiare personalità. Oggetto di polemiche in patria, dove il racconto di Takami è stato riconosciuto come un’aspra metafora della società competitiva orientale, Battle Royale esordisce come opera letteraria nel 1999. Un romanzo antiutopistico che mescola echi orwelliani con elementi tipici dell’action splatter giapponese, ma anche con sottotesti romantici e una narrazione corale che deve molto al feuilleton.

domenica 2 ottobre 2011

Maledetti Fumetti!

Maledetti Fumetti! di David Hajdu – saggio, 454 pag. con illustrazioni in b/n – euro 28 – Tunué

“La più infima, deprecabile e pericolosa forma di spazzatura” [John Mason Brown, cap. 5, pag. 121]

Una gran parte del pubblico adulto dei supereroi conosce, o almeno ha sentito nominare, sia il dottor Fredric Wertham che il suo libro del 1954 “La seduzione dell’innocente”.
Fu soprattutto grazie a quel testo dello psichiatra tedesco naturalizzato americano che i comics subirono un potente attacco che causò la loro quasi scomparsa dal mercato statunitense. E conseguentemente si passò dalla Golden alla Silver Age.
Quello ai comics fu un attacco talmente mirato ed efficace, che i fumetti ci misero anni per tornare ad essere un fenomeno commerciale e culturale degno di nota.