lunedì 26 settembre 2011

The Mighty

The Mighty, di Peter J. Tomasi, Keith Champagne, Peter Snejbjerg, Chris Samnee – Planeta De Agostini (vol. 1: 144 pp. 12, 95 euro, vol. 2: 144 pp. 12,95 euro)
.

Revisionismo supereroistico: sono ormai passati venticinque anni da quando, con la comparsa di opere come Watchmen di Alan Moore e Dave Gibbons e Batman: The Dark Knight Returns di Frank Miller, è entrato in uso questo termine, indicante un ripensamento, una riscrittura, una profonda revisione della figura del supereroe.
Quest’ultimo non è più la figura netta, votata al bene, che agisce in un mondo e in scenari altrettanto netti: da una parte il bene, dall’altra il male. Egli è un essere problematico, tormentato, che si trova a compiere le proprie azioni in una realtà dove il bianco e il nero sono scomparsi, lasciando il posto a una serie di tonalità di grigio, più tendenti allo scuro che al chiaro, e dove il cosiddetto “eroe” non raramente passa il segno: uccide, infierisce crudelmente sull’avversario di turno e a tratti non è distinguibile dai propri antagonisti.
In questo rovesciamento di prospettiva i suoi poteri, le sua straordinarie abilità cessano di essere una meraviglia, ma diventano fonte di profonda inquietudine per i popoli e per i governi.


martedì 20 settembre 2011

Action Comics 1

Action Comics #1, di Grant Morrison e Rags Morales – 40 pag, col., $3.99 US – DC Comics
.
.
“Sempre meglio che pubblicare le pagine bianche”.
.
L’editor che secondo la leggenda pronunciò queste parole nel 1938 non poteva immaginare che la creazione di due giovani autori appassionati di fantascienza che andava a  occupare le pagine del primo numero della neonata rivista ACTION COMICS sarebbe divenuta un’icona della cultura popolare. E invece il forzuto in calzamaglia blu che sulla copertina sollevava un’auto era destinato a una fulgida carriera tra le leggende del fumetto e non solo, proprio a partire da quel mitologico ACTION COMICS 1.
.
..
ACTION COMICS 1, l’albo dell’esordio di Superman, irrecuperabile oggetto da collezione per chi non ha la fortuna di esser miliardario, passato per le mani di ragazzini che lo hanno letto, sfogliato, arrotolato, buttato, scambiato, ignari del fatto che la prima dimora cartacea del loro immortale eroe, pagata 10 centesimi, avrebbe un giorno raggiunto quotazioni astronomiche. Ma a loro non importava: ACTION COMICS 1 erano solo pagine tenute insieme da due graffette, pagine fatte per essere consumate in attesa di nuove letture che trasportavano l’immaginazione, almeno quella, lontano dalla miseria e dalla cicatrice della crisi economica.

lunedì 12 settembre 2011

The Boys

The Boys, di Garth Ennis e Darick Robertson - 128 pagine a colori, brossurato – 13 euro (…che io sappia, esaurito!) – Panini Comics, collana 100%
.
.
“Signora, è una ragazzo molto intelligente, ma è svogliato, distratto e totalmente disinteressato alle attività scolastiche, deve fare assolutamente di più, e mi aspetto che anche voi da casa ci darete una mano.”
.
Quante volte l’avete sentita?
Beh vi  basta sentirla una sola unica volta, e per voi è finita, come un macigno, un giudizio affrettato da primo scrutinio, magari detto da qualche vecchio rimbambito prossimo alla pensione, un nostalgico delle sacra tecnica delle ginocchia sui ceci, graverà sul vostro groppone, e vi  seguirà per tutto l’arco della carriera scolastica.
Le parole “Asino-Sovversivo” scritte con inchiostro simpatico ed indelebile sulla vostra capoccia, visibili solo a chi ha il giusto tipo di occhi, saranno il vostro biglietto di visita, l’etichetta che vi presenterà tutte le volte che vi relazionerete con i professori.

giovedì 8 settembre 2011

Color Tex n. 1

Color Tex n. 1, di Boselli, Brindisi, Villa - annuale – 160 pag. col, euro 5.20 – Sergio Bonelli Editore
.
.
Sembra proprio che in via Buonarroti il colore vada di moda più che in via Monte Napoleone.
Così negli ultimi tempi anche il baluardo della Sergio Bonelli Editore, il mitico Tex Willer è stato ricoperto da secchiate di colore.
La ristampa cronologica in quadricromia delle avventure del famoso ranger ha riscosso un incredibile successo arrivando alla sua conclusione dopo ben duecentotrentanove numeri, successo doppio considerando lo sforzo economico richiesto ai fan della serie per non parlare della mole di carta che i collezionisti in questione hanno dovuto sistemare nelle loro dimore.

giovedì 1 settembre 2011

I PROSSIMI VENDICATORI

I PROSSIMI VENDICATORI di Brian M. Bendis (testi), John Romita Jr. e Klaus Janson (disegni), apparso sul mensile Iron Man e i Vendicatori n. 35-40, spillato, 80 pp. col., € 3,50 – Panini Comics
.
Mi sembra che sia tornata in auge l’era dei viaggi temporali. Non so se la cosa sia dovuta a una nuova tendenza o piuttosto, più tristemente, alla mancanza di nuove idee, ma lo sfruttamento di questo artificio narrativo è attualmente, a mio parere, vicino al livello di guardia. In ogni caso vi devo dire che l’aspetto che più mi attira di questo espediente, ma la cosa in fondo vale per tutte le sfaccettature del fumetto super-eroistico, è come esso si rapporta con la realtà, o meglio, la sua “verosimiglianza” (non oso adoperare la parola “realismo”).
Come si può spiegare la possibilità di girovagare tranquillamente tra i secoli come se fossero luoghi ameni da visitare in automobile? Come posso giustificare il fatto che Tony Stark incontri il suo “se stesso” del futuro e ci faccia pure due chiacchiere? Se ci pensate bene questo avvenimento, peraltro tutt’altro che originale in narrativa, è il più ostico da digerire, in quanto contraddice lo stesso principio di identità, che è alla base della matematica classica e quindi di tutta la scienza in generale: se io sono uguale a me stesso, perché allora mi trovo contemporaneamente in due posti diversi?