martedì 30 agosto 2011

Captain America The First Avenger

Captain America The First Avenger – regia di Joe Johnston, 124 minuti (3D), Usa, 2011
.
Come si scrive una recensione di un film?
Ho girovacchiato un pò per la rete prima di lanciarmi nell’impresa, ed insomma ho realizzato che scrivere di un film non è poi tanto diverso che scrivere per un fumetto, poi se l’oggetto è un film sui supereroi, in sostanza non cambia nulla, quello che si giudica alla fine è sempre l’appetibilità e la godibilità.
.
Non ho intenzione di perdermi in dissertazioni sul 3D, sulle dissolvenze, i controcampi, le panoramiche o peggio ancora sulla “fotografia” di un film, pensate che da piccolo pensavo che il direttore della fotografia si occupasse della locandina, giuro su Dio, questi erano i picchi di rimbambitaggine che toccavo da piccolo, insomma non voglio dilungarmi sul tecnico, anche perchè non capendoci molto, da sprovveduto non vorrei rifilarvi qualche castroneria, tra l’altro, tentare di rifilare una castroneria a voi, maledetti, sarebbe come buttarsi un una vasca pieni di squali tigre a dieta vegetariana da qualche settimana, mi spolpereste senza troppi complimenti.

BACIANDO IL CIELO

BACIANDO IL CIELO, di Kotaro TakemotoRenbooks, € 13,00 – traduzione: Alberto Della Rocca

.
Uomini che s’incontrano, si lasciano, si amano, si capiscono… si scontrano. Ma forse non è importante. Non quanto lo stare insieme, e condividere, anche solo per un breve periodo, qualcosa di intenso e meraviglioso…
Con Baciando il Cielo di Kotaro Takemoto, esordisce in Italia la Renbooks, marchio editoriale bolognese che si propone di presentare nel nostro paese fumetti a tematica LGBT, cioè storie di argomento omosessuale, finora frequentate in modo spurio e frammentato dall’editoria nostrana. Un esordio, potremmo aggiungere, particolarmente ispirato, felice. E che ha tutte le carte in regola per rendere altrettanto felici i lettori di qualunque orientamento sessuale, tanto intense e affascinanti sono le pagine del maestro Takemoto, in grado di far breccia nell’anima e lasciare un segno profondo.

giovedì 11 agosto 2011

Pyongyang

PyongYang, di Guy Delisle -  volume in brossura, 176 pag. b/n, euro 16,00 – Edizioni Fusi Orari.
.
.
Ho appena finito di leggere Pyongyang del canadese Guy Delisle, e vorrei tanto volervi dire che mi è piaciuto, così, per darmi ogni tanto, un tono un pò più elevato, come fa Orlando, quando recensisce volumi un attimino più ricercati tipo Crumb o Jacovitti.
Solo che lui non è che lo fa, al boss gli viene naturale, io invece sono sempre lì, che sbraito e mi sbatto tipo il Diavolo della Tazmania della Warner, e proprio non mi riesce di darmi anche solo per un attimino, un aspetto più serafico.
No, non ci sono proprio riuscito a farmelo piacere ‘sto PyongYang.
Il volume è un fumetto autobiografico, e racconta dell’esperienza fatta dall’animatore-disegnatore del Quebec nella capitale della Corea del Nord, uno degli ultimi baluardi dell’ideologia comunista, isolatosi dal resto del mondo nel dopoguerra.

venerdì 5 agosto 2011

Don Camillo a fumetti

Don Camillo a fumetti, “Il capobanda piovuto dal cielo”, testi di Davide Barzi, Silvia Lombardi e Alessandro Mainardi; disegni di Werner Maresta, Elena Pianta, Federico Nardo, Italo Mattone e Ennio Bufi (introduzione di Mario Palmaro)
brossura, 128 pag. b/n, 14 € – ReNoir Comics
.
.
Manca poco al sessantennale del primo film di Don Camillo (id., 1952, con Gino Cervi e Fernandel), il primo di una breve ma fortunata serie che terminerà nel ’65 col mitico “Il compagno Don Camillo”. I cinque film sono liberamente tratti dai racconti di Giovannino Guareschi la cui prima raccolta in volume risale al 1948. Guareschi, le sue creazioni letterarie e per estensione i film da esse tratti, sono uno di quegli argomenti che può dividere l’uditorio: l’autore italiano più venduto nel mondo era reazionario, monarchico, cattolico, fervente anticomunista (a lui si deve la geniale invenzione del “trinariciutismo” che, se non avete avuto un papà o un nonno collezionista de Il Travaso, non potete conoscere… si provi eventualmente con wiki).

martedì 2 agosto 2011

American Splendor: Un Altre Giorno


American Splendor: Un Altre Giorno


Qualche giorno fa, consigliato da un amico, mi sono visto il film American Splendor (ne parlo qui).
Ovviamente, visto che ve ne sto parlando su queste virtuali pagine, il film è attinente all’argomento fumetto (siete su Fumetti di Carta se non ve ne siete accorti, su cercate di non distrarvi).
Si tratta di un film biografico e narra le vicende che hanno portato Harvey Pekar (1939 – 2010), archivista all’ospedale di Cleveland, ad avere un buon successo come fumettista underground.
Pienamente soddisfatto dalla visione della pellicola e interessato alla storia e alla produzione a strisce di Pekar, ho dato un’occhiata in rete per vedere cosa fosse disponibile dell’autore nel nostro paese. Pochino a dire il vero.
Un unico volume edito da Planeta DeAgostini: American Splendor – Un altre giorno.
Eh si, avete letto bene, non è un refuso: American Splendor: un altre giorno.