giovedì 26 maggio 2011

10 anni di vita per un sito internet…

10 anni di vita per un sito internet sono un’eternità. Un traguardo notevolissimo!

Bisognerebbe trovare la giusta corrispondenza tra un anno di vita dell’uomo e un anno di vita di un sito internet (insomma, se si fa per gli animali si può fare anche per i siti, o no?)… mi sa che ci troveremmo a fare gli auguri ad un fumettidicarta quasi centenario!
Ho collaborato per un certo periodo con il sito, e devo dire che è stata una bellissima esperienza.
Innanzitutto per la libertà totale nel trattare gli argomenti e poi perchè era bello far parte di un gruppo di persone davvero appasionate di ciò di cui scrivevano.

N.O.X. – Squadra Speciale Europa

Nox – Squadra Speciale Europa n. 1Gioco Mortale” – Alessandro Bottero, testi; Matteo Giurlanda, disegni; Marco Turini, copertina – bimestrale, brossura, 96 pp. b/n, euro 2,70 – Star Comics
.
.
Questa primavera la Star Comics ha sventagliato una mitragliata di miniserie sulle edicole nostrane andando a colpire vari generi e gusti.
Con questo N.O.X. si cerca di attirare l’attenzione del pubblico amante delle spy-stories, degli intrecci geo-politici e delle macchinazioni dei cosiddetti poteri occulti o forti che dir si voglia.
Che cos’è quindi questo N.O.X.? Semplicemente una squadra speciale di militari addestrati al servizio dell’Unione Europea. Negli affari poco chiari descritti in tante storie di spionaggio la parte da leone l’hanno sempre fatta le grandi potenze: americani, russi, mediorientali. Potenze che anche qui fanno sentire il proprio peso ma stavolta la vecchia Europa vuole dire la sua mettendo in campo una squadra che protegga i suoi interessi composta da un italiano, un portoghese, un’irlandese, una estone, un greco e un rumeno.


Justice League Elite

Justice League Elite miniserie di 6 numeri, di J. Kelly - D. Mahnke - T. Nguyven -  albi spillati 48 pp col.  € 2,95 cad.  + il Prologo di 80 pagine a colori da € 3,95 – Planeta De Agostini
.

“Ora capisco perchè la Justice League of America se la prende sempre con gli imbecilli con l’elmetto a punta che vogliono dominare il mondo. I cattivi veri fanno schifo!”
Madre Superiora
.
 
Negli anni ’80 Alan Moore diede umanità alle calzamaglie, l’umanità intesa come spessore psicologico, non come come pietà, compassione ed altruismo, quello le calzamaglie ce l’hanno sempre avuta, a palate.
Rese più umani gli dei, più inclini all’errore, tirò fuori il supereroe dalla pagina dei comics lo privò di quella noiosa bidimensionalità comportamentale, buoni e cattivi, e lo rese tridimensionale, e con la terza dimensione lo rese più spesso, più vivo, più vero.

lunedì 23 maggio 2011

Ultimate Spider-Man n. 1

Ultimate Spider-Man 1, di Bendis e Bagley – 48 pp. col, 2,32 euro – Panini Comics
.



[Luca Grigoli, nuovo, graditissimo collaboratore di Fumetti di Carta, festeggia con noi il Decimo Compleanno della nostra webzine preferita proponendo la recensione di un importante fumetto uscito... proprio dieci anni fa!]
.
Maggio 2001: esce in Italia il primo numero di Ultimate Spider-Man, apparso negli USA nell’ottobre dell’anno precedente. Si tratta del primo titolo dell’Universo Ultimate, il più ambizioso e organico tentativo, da parte della Casa delle Idee, di rinnovare i propri personaggi più conosciuti, proiettandoli nel XXI secolo.


Da Francesco Barilli per Fumetti di Carta

Potrà sembrare una excusatio non petita, invece è la realtà: penso spesso a Fumetti di Carta, con piacere e affetto. Così come penso agli anni (e mi fa uno strano effetto pensare: “sì, sono stati anni…”) passati sui forum fumettistici, dalla “preistoria” di Marvel Italia a Comicus. Di questi ricordo soprattutto una cosa: non le discussioni, gli approfondimenti o gli “scazzi”, ma la sensazione “della scoperta”. Era un’abitudine (per me come, credo, molti altri) “provare” fumetti che non conoscevo, dopo che ne avevano parlato utenti con cui avevo trovato affinità di gusti.

JACOVITTI – Sessant’anni di surrealismo a fumetti


Jacovitti – Sessant’anni di surrealismo a fumetti
, di Franco Bellacci, Luca Boschi, Leonardo Gori, Andrea Sani.
Prefazione di Gianni Brunoro – cartonato, cm 19,5 x 26, 352 pp con illustrazioni in b/n e inserto a colori – Euro 35,00 – Nicola Pesce Editore [collana L’arte delle nuvole]

.

“[...] Jacovitti è un autore capace  di rappresentare anche lo spirito dei nostri tempi, così vicino all’età del barocco: infatti non è forse l‘horror vacui che ci spinge a riempire la nostra vita di suoni, di rumori di notizie di immagini? Nulla di strano, dunque, che Jac voglia stipare di gente, di cavalli, di mucche, di vermi e di salami anche lo spazio bianco delle sue tavole da disegno.” - (pag. 217, capitolo ottavo “Il linguaggio di Jacovitti”)
.
Prima di leggere le righe che seguono andatevi a vedere, se già non l’avete fatto, il video book trailer di Jacovitti – Sessant’anni di surrealismo a fumetti, perché, specie in certi casi, le immagini valgon più delle parole!

No, non c’era nulla di sbagliato nella verità, nella giustizia e nell’American Way


“Ciò che conta è che sento e ragiono come un americano”, diceva il Superman scritto da John Byrne nel 1986 a Lois Lane, che lo intervistava per la prima volta.

Un’affermazione che non dovrebbe stupirci più di tanto, visto che l’Uomo d’Acciaio è stato legato agli Stati Uniti sin dai primordi, cioè da quella Golden Age del fumetto che ha dato i natali alla prima generazione di supereroi.

Supereroi americani, nati alle soglie del secondo conflitto (e durante), che spesso e volentieri combattono dalla parte degli USA. E Superman, che sin dai primissimi albi appare in copertina accanto a simboli statunitensi come la bandiera e l’aquila, o in compagnia dei soldati americani, non fa eccezione.


DECIMO COMPLEANNO DI FUMETTI di CARTA


La redazione di Fumetti di Carta...
.
FUMETTI di CARTA:Secret Origins - Pt. 1
.
[AutoreferenzialE fino in fondo!]

domenica 8 maggio 2011

Nextwave


Nextwave vol.  1 e 2, di Ellis e Immonen - brossurato 144 pagine colore – 11 euro – Panini Comics, collana Marvel 100%
.

La collana Grandi Saghe, è stata un’ottima trovata editoriale, tra le migliori degli ultimi anni, ha riproposto in 100 numeri una montagna di fumetti.
Alcune ristampe doverosamente necessarie, altre decisamente non richieste, audaci ed inutili, però al pari delle precedenti iniziative come  “I grandi classici del fumetto” di Repubblica, è stato un appuntamento settimanale quasi sempre gradito.
Certo ora dirò qualcosa che mi farà inimicare i puristi del fumetto: io avrei evitato di ristampare quel sonnolento mattone degli Eterni di Kirby, leggere gli Eterni di Kirby è un pò come calarti l’opera filmica incompiuta di Ejzenstejn: Que Viva Mexico! Una palla mostruosa.

Marvel Saga

Marvel Saga[caratteristiche tecniche all'interno dell'articolo]
.
Fan della defunta Spider-Man Collection potete asciugarvi le lacrime e riporre i fazzoletti.
.
Dopo qualche mese di incertezza i vostri dubbi dovrebbero essere ormai fugati, i vostri cuori più sollevati e i vostri portafogli inevitabilmente più leggeri.
.
La Panini Comics rilascia dichiarazioni ottimistiche sull’andamento della collana di ristampe classiche Marvel Collection, vede e rilancia. Anzi raddoppia.


Ad affiancare il primo mensile di materiale classico da edicola che finora ha ospitato il Capitan America di Kirby e quello di Steranko, Il Thor del classicissimo duo Lee/Kirby e in questi ultimi mesi le storie dei Vendicatori realizzate da autori quali Lee e Thomas e disegnate da gente come Heck e Buscema, arriva questa seconda testata dal titolo Marvel Saga.

Vedova Nera: il Ragno Piccino Picciò

Vedova Nera: il Ragno Piccino Picciò (Black Widow: The Itsy Bitsy Spider) testi: Devin Grayson; disegni e copertine: J.G. Jones; colori: Dave Kemp, Brian Haberlin, Ian Hannin e Andy Troy - Edizione originale: Black Widow: The Itsy Bitsy Spider 1/3, giugno/agosto 1999 – Marvel Comics (Marvel Knights)
.
.
A volte qualcuno pensa che una donna possa dedicarsi ai personaggi femminili meglio di quanto possa fare un uomo. La sensibilità femminile può forse aiutare a rendere le figure femminili più credibili, a fornire loro uno spessore psicologico che le rende più umane, più vere.
Chissà se la pensavano così anche Joe Quesada e Jimmy Palmiotti quando nel 1999, all’epoca in cui si occupavano della collana “Marvel Knights“, affidarono alla scrittrice Devin Grayson il rilancio di Vedova Nera, un personaggio apparso per la prima volta su “Tales of Suspense” 52, uscito nell’aprile 1964. I testi erano di Stan Lee e N. Korok (pseudonimo di Don Rico), mentre l’autore dei disegni era Don Heck.