giovedì 17 marzo 2011

Buck Rogers – Volume 1: Shock futuro

Buck Rogers
Volume 1: Shock futuro


di Scott Beatty e Carlos Rafael


€ 14, 95

Planeta DeAgostini
*

Anthony “Buck” Rogers è un pilota spaziale guascone ed esperto che ha ideato con il suo socio una rivoluzionaria forma di propulsione. La gravità usata non come forza di attrazione ma come spinta irresistibile.




La navetta di Rogers dà risultati mirabolanti quanto imprevedibili, e l’esercito non può certo farsi sfuggire una tecnologia così all’avanguardia. Intanto, su Marte, una colonia scientifica terrestre è decimata da un’epidemia che rende pazzi gli esseri umani spingendoli a uccidersi a vicenda. Una capsula piena di materiale genetico terrestre è fuori controllo. L’esperimento di colonizzazione dello spazio sta sfuggendo pericolosamente di mano, e l’invenzione di Rogers potrebbe essere l’unico mezzo per rimediare prima della catastrofe. Ma non tutto andrà come previsto…


La Dynamite è un’etichetta indipendente americana che negli ultimi anni si è segnalata per l’acquisto e la riproposta di interessanti franchise a fumetti tra cui figurano molte icone classiche. Dopo Phantom, Green Hornet e Lone Ranger, ecco arrivare Buck Rogers, eroe fantascientifico nato nel 1928 nei romanzi pulp di Philip Francis Nowlan, successivamente adattato per la radio, reso celebre da un popolare fumetto di John Flint Dille e definitivamente sdoganato nell’immaginario statunitense da serial cinematografici e televisivi. Lo spunto di partenza è dei più classici. Un eroe terrestre è sradicato dal suo contesto quotidiano e trasportato in un mondo o tempo che non gli appartengono, ma dove riuscirà comunque a distinguersi per audacia e abilità. In Buck Rogers sono già presenti molti dei semi che evolveranno, sia pure con esiti differenti, nel Flash Gordon di Alex Raymond (che debuttò nel 1934). Una fantascienza calda, fumettistica, densa di personaggi pittoreschi, mostri, macchinari avveniristici e azione rocambolesca.
.
La science fiction narrata come un romanzo di cappa e spada, che proprio con Buck Rogers diventò parte integrante della cultura pop americana, e può essere considerata cugina di quello che in seguito si sarebbe chiamato genere fantasy.

Qualcuno ha paragonato l’approccio Dynamite a Buck Rogers alla riscrittura della serie TV Battlestar Galactica, sviluppata sullo spunto dell’omonimo show degli anni ottanta. La lettura del primo volume, intitolato Shock futuro, non fa che confermare l’accostamento. Il Buck Rogers realizzato da Scott Beatty e Carlos Rafael è un riuscito aggiornamento delle avventure fantasiose e acerbe degli anni venti, che forse conserva qualche stereotipo di troppo, ma riesce a essere comunque godibile e a camminare sulle proprie gambe. Un’intrigante frammentazione dei tempi narrativi (spiazzante all’inizio) conferisce tensione a un racconto già frenetico che vive di citazioni e personaggi sopra le righe.
.
Con Buck Rogers torna l’eroe spavaldo e rubacuori, affascinante e geniale, antipatico ed eroico. Insomma… Buck Rogers. Catapultato nel venticinquesimo secolo, dovrà fare i conti con gli sviluppi estremi di una tecnologia che ha contribuito a creare, e lo farà con ironia e irriducibile ottimismo. Un moschettiere dello spazio dalle eccezionali capacità di adattamento. Buck Rogers è questo. Un eroe capace di sopravvivere a tutto. Spericolato come Indiana Jones, attrezzato come James Bond e furbo come Zorro, Buck è la tipizzazione estrema dell’eroe pulp. Forte, brillante, intraprendente. Caratterizzazione che forse oggi può risultare indigesta a chi è cresciuto con gli eroi problematici della Marvel, ma che si rivela in realtà più credibile di quanto ci si possa aspettare all’inizio della lettura.

.
Buck Rogers: Shock futuro è un fumetto sorprendente per come riesce a ricamare in un tutt’uno armonico lo spirito dell’avventura fantascientifica di un tempo andato e un linguaggio moderno, agile e accattivante, reso ancor più piacevole dalle matite ispirate di Carlos Rafael. Un’operazione a metà strada tra la nostalgia e la voglia di osare. Buck Rogers, dopotutto, è la storia di un uomo strappato al proprio tempo che riesce a cavarsela in un lontano futuro grazie al fatto di essere naturalmente predisposto al domani, e la serie scritta da Scott Beatty (Batman: Gotham Knights) descrive questo collasso temporale mixando registri narrativi vecchi e nuovi con risultati simpaticamente kitsch.
.
Le copertine luminose di John Cassaday (Planetary, Astonishing X-Men) integrano il volume edito da Planeta DeAgostini confermando l’abilità di questo artista a vestire di liberty fantascienza e supereroi. In attesa delle prossime iniziative Dynamite, le versioni svecchiate di Flash Gordon e Mandrake, Buck Rogers: Shock futuro è una valida occasione per riscoprire le radici del fumetto avventuroso e convenire che negli armadi dei nostri nonni è ancora possibile scovare giocattoli divertenti, che ancora funzionano alla grande dopo un’accorta lucidatura.
.

Nessun commento:

Posta un commento