mercoledì 8 dicembre 2010

THOR - IL RITORNO DEL DIO DEL TUONO

THOR IL RITORNO DEL DIO DEL TUONO, di J. M. Straczynski - O. Coipel
185 pagine col - € 9,99 - Super Eroi Le Grandi Saghe n. 16
.
In casa Marvel si sa, rimpasti, rientri, ritorni e resurrezioni non sono proprio all’ ordine del giorno, ma non sono nemmeno così rari.
Tutto ciò, a dispetto di quello che dicono, riguardo il loro Universo fumettistico, e cioè che il mondo Marvel è quello più simile  al mondo reale che si possa trovare in giro.
E’ vero, in casa Marvel non esistono città fittizie come Metropolis o Gotham, alla Casa Bianca hanno Obama, che ha incontrato l’Uomo Ragno appena insediatosi.
Ma diciamo anche che, se sei un personaggio di un certo spessore, magari con una testata tutta tua e un discreto numero di fan, (che tradotto in Capitalistolese significa “verdoni”), e ti fanno crepare in una mega saga (leggi: altri verdoni), puoi star sicuro che in qualche modo resusciterai o ritornerai (leggi: altri verdoni ancora).


Ora, a volte queste resurrezioni sono abbastanza campate in aria, voglio dire, magari mi sono perso qualche passaggio, ma di fondo adesso Elektra cos’è?
Una zombi? Cioè sia chiaro, per essere una  zomba vecchia di qualche lustro si difende bene,  me lo farei  dare più che volentieri un morso, però come rientro è stato un pò bruttino…o no?
Altre volte invece, queste resurrezioni sono così belle da vedere e da leggere, che ci si passa tranquillamente sopra.

Il ritorno di Thor
di StraczynskiCoipel è uno di questi. I primi sei numeri della nuova serie di Thor, pubblicati in America, tra il settembre ‘07 e gennaio ‘08, quasi immediatamente dopo i fatti di Civil War, sono tra le cose che mi sentirei di consigliare di leggere.
Il modo in cui l’autore orchestra il rientro del Dio del tuono e di tutta la mitologia Asgardiana nell’universo Marvel è originalissimo.

Thor non era morto, dormiva, il sonno eterno di un dio. Dopo gli eventi di Ragnarok, dopo quindi la chiusura del ciclo di vita legato alle leggende scandinave, dopo il compimento del Destino di questi Dei.
Il buon Straczynski adopera la scomparsa di Odino, condannato a duellare con Surtur per l’eternità’, e la conseguente scomparsa della sua magia sul piano terreno, per far rientrare in scena Donald Blake, il vecchio alter ego di Thor, e lo usa come chiave versatilissima credibile ed appropriata per preparare il ritorno di Asgard.
E che ritorno! Ripeto da leggere assolutamente (chi vi parla non era affatto un fan del Dio del tuono).


Il ritorno del Dio del Tuono - Super Eroi Le Grandi Saghe n. 16

Thor ricostruisce Asgard con la sua magia, con il potere del padre, passato poi al figlio,  (dove c’è Thor, c’è Asgard si legge nel fumetto) ma non in un’altra dimensione, non ci sono più ponti arcobaleno nella nuova Asgard, Thor erige la nuova città dorata da qualche parte lungo la Statale 66, nelle distese dell’Oklahoma!
Detto così potrà sembrarvi una stronzata pazzesca, ma fidatevi non è così.
Una tale riuscita comunione tra Sacro e Profano, tra dèi e mortali, l’ho letta solo nelle pagine di American Gods, il romanzo di Neil Gaiman. Leggere per verificare.
L’ incontro tra Thor e lo sceriffo e il suo vice (che attirano la sua attenzione a suon di clacson) o il primo consiglio cittadino al quale partecipano gli Asgardiani risorti, ignari di cosa sia il sistema fognario. Insomma eccellente.


Il ritorno del Dio del Tuono - Super Eroi Le Grandi Saghe n. 16

Come detto, e con questo vi lascio, gli eventi narrati in questa rinascita si collocano quasi immediatamente dopo la conclusione di Civil War e la morte di
Capitan America. E Straczynski trova anche lo spazio per chiarire alcune cose rimaste in sospeso tra Iron Man e Thor, come la registrazione, ma ben più gravi la morte di Capitan America, la creazione del clone di Thor e l’omocidio di Goliath per mano di questo.
L’illustratore di questa epopea è il bravissimo  Olivier Coipel, si quello di House of M,  il suo tratto spigoloso ma pulito dipinge bene gli Asgardiani… uff chiudo dicendo:  insomma consigliato a tutti, grandi e piccini.

Baci ai pupi.


Ed uno anche alla Panini che ha comodamente riproposto gli albi che vi ho quassù decantato, nella ormai leggendaria collana
SUPEREROI LE GRANDI SAGHE, per la precisione sul numero 16.
.
.

                   


Collegamenti Esterni:
• Super Eroi Le Grandi Saghe


Nessun commento:

Posta un commento