mercoledì 8 dicembre 2010

LA GUERRA DELLE ARMATURE

LA GUERRA DELLE ARMATURE, di David Michelinie | Bob Layton | Mark Wright | B. Windsor-Smith - brossurato, 208 pagine col. - € 17,00 - Panini Comics
.
Mettete che una mattina qualsiasi, scoprite che qualcuno vi ha fregato, da sotto il vostro attento naso, le vostre invenzioni e le ha usate per farci i suoi porci comodi, mettete di scoprire che non si è solo limitato a rubarvele, ma le ha pure usate, e non contento, le ha anche rivendute!
Ora immaginiamo che voi, la vittima del furto, non siate dei pirla qualsiasi, ma siate il genio milardiario Tony Stark a.k.a. Iron Man, mettete che le invenzioni in questione, in realtà siano progetti di armi e potenziamenti per la vostra scintillante armatura, mettete che chi ve le ha rubate sia un criminale al soldo del vostro maggior rivale in affari, Mr Justin Hammer, e mettete che i tizi a cui ha rivenduto le vostre armi siano tutti irrecuperabili super criminali in armatura, e che nel corso degli anni con le vostre invenzioni, hanno fatto di tutto, hanno persino ucciso delle persone.
Ebbene, sarebbe o no un buon motivo per bestemmiare tutti gli angeli in colonna di prima mattina?
Lo sarebbe eccome, ma credo che i tizi del Comics Code Authority non approverebbero, e poi Tony Stark che tira giù le Madonne.... uhm non ce lo vedo. Forse giusto se a scrivere i testi ci fosse uno come Ennis, tanto lo sappiamo che Ennis fa tirare giù le Madonne a tutti, ma no, siccome è David Michelinie, a tirare i fili stavolta, Tony, quella famosa mattina, non si fa scappare nemmeno un onestissimo (data la situazione) "Porco Mondo!!" , si limita a sfasciare il laboratorio dove ha sgamato l'inghippo, chiama a rapporto i suoi avvocati, e tenta la via legale per riappropiarsi delle sue invenzioni.

Questo, più o meno a grandi linee è l'overture della prima sola e decente,
Guerra delle Armature, o Armor Wars o Stark Wars, pubblicata originariamente sulla collana IRON MAN, dall'inspiegabilmente mai santificata, Play Press, ormai un bel po' di anni fa, e furbescamente riproposta recentemente dalla Panini Comics nella collana Marvel Gold.

Togliamoci subito l'ansia, e diciamo subito che questa saga è davvero una gran bella cosa da leggere.

Ricordo ancora l'episodio in cui Iron Man se la vede con lo S.h.i.e.l.d.: ero a scuola, facevo le superiori, scesi dall'autobus, prima di entrare in classe passai all'edicola, e lo comprai.
Ricordo ancora la copertina: Iron Man spavaldo al centro della scena, (nella bellissima armatura rossa e argento) circondato dai mandroidi, in più poi quello era il primo numero degli albi della Play Press con un numero maggiore di pagine, mi sembra passassero a 64, quindi un numero maggiore di storie. L'occasione era troppo accattivante, troppo golosa. Lo lessi durante la prima ora, Laboratorio di Fisica...
Ancora oggi, col senno di poi, penso che sia stata una delle sospensioni con obbligo di frequenza più meritate e mai contestate della mia altalenante carriera scolastica. Eh si, mi beccarono il fumetto in mezzo alle pagine del libro di testo. Cardillo: dal Vice-preside! Bei tempi.




Ma torniamo a noi.
Nonostante siano passati diversi anni dalla pubblicazione di questa storia, la Guerra delle Armature di Michelinie-Layton-Wright è decisamente un bel bocconcino: storia decisamente lineare e credibile, le illustrazioni sobrie senza troppe stilosità audaci di Bob Layton, piene degli ormai ahimè estinti retini, rendono un buon omaggio a Testa di Ferro.
G
li eventi si svolgono nel periodo in cui la neonata Stark Enterprises ha sede in California, Tony Stark usa l'armatura Rossa-Argento, e Iron Man è membro dei Vendicatori della Costa Ovest.
I comprimari che si susseguono nei vari capitoli della saga contribuiscono a tenere alto il grado di appetibilità del fumetto, c'è spazio per tutti, da Nick Fury, a Scott Lang (Ant-Man), c'è persino posto per uno scontro con l'eterno amico di Stark, Steve Rogers a.k.a. Capitan America




Senza correre il rischio di farcire la recensione con altri spoiler... lo so che parlo di roba vecchia di almeno 20 anni! Ma ormai dovreste conoscermi, imposto 'ste recensioni, come consigli per gli acquisti, mi basta pensare che tra di voi ci sia anche solo uno, che ha intenzione di spendere soldi per il Marvel Gold della Panini e mi freno del tutto nel narrarvi la storia... Perciò mi limito a dire che in Panini hanno avuto davvero un'ottima idea nel riportare in commercio questa saga firmata dal bravo David Micheline (la migliore, per quanto concerne la sua gestione della testata Iron Man).

Stark e Co. ne vedranno, e ne passeranno di tutti i colori, e lo stesso Iron Man uscirà molto provato da questa prima Guerra delle Armature, sia come uomo, che come super-eroe, e a voi cinici spettatori, avidi di colpi di scena, non resta che rompere il salvadanaio, mettervi comodi e godervi lo spettacolo.

E tutto questo, senza nemmeno spendere una sola parola sull'onirico epilogo della saga firmato da Barry Windsor Smith, che da solo vale il prezzo di tutto il volume.
Che la Guerra (ri)cominci, baci ai pupi.
.
Gennaro Cardillo


Collegamenti Esterni:
• Panini Comics

Nessun commento:

Posta un commento