lunedì 22 novembre 2010

TRASHY - I professionisti della morte con stile

TRASHY I professionisti della morte con stile, di Marco Perugini
 brossurato,b/n, 64 pag, cover a colori con alette, euro 8,90 - Cagliostro E Press
.
Siamo in un prossimo futuro - o in un recente presente - e il boss della Kuklinski Television, network dell'informazione e dell'intrattenimento, agita i suoi tentacoli avidi e senza scrupoli per carpire mediaticamente gli ultimi istanti di vita di un feroce assassino condannato a morte: qualsiasi cosa pur di alzare lo share. Pura fantascienza, insomma... no?
Questo lo spunto iniziale di Trashy - I professionisti della morte con stile, una storia violenta e divertente nella quale non ci sono "buoni", come nella migliore tradizione... Già, ma quale "tradizione"?

Pur non essendo l'originalità la caratteristica da cercare a tutti i costi in un'opera a fumetti, bisogna ammettere che quando se ne trova almeno un po', non dispiace: a questo proposito si può affermare che Trashy non somiglia troppo, almeno non palesemente, a "qualcosa d'altro", pur essendo, diciamo così, classificabile in un "genere", una "tradizione" appunto, che è il noir-thriller grottesco e cinico, ultimamente molto frequentato e à la page forse perché, erroneamente, viene da troppi considerato un genere facile: bang bang, sangue ovunque e via così.

Beh, non ci sembra che questa, la faciloneria cioè, sia una delle caratteristiche di
Marco Perugini, l'autore di Trashy: sia perché la sua storia tocca un argomento - cioè l'estremo cinismo del sistema di comunicazione e intrattenimento - che non è propriamente comodo in questo periodo, e soprattutto per come conduce la sua storia.

Marco Perugini 'Trashy' - Cagliostro E Press

Una storia in cui nessuno è buono, nessuno si salva ne' viene salvato, se non in maniera illusoria e temporanea; una storia in cui i supercattivi - due killers di professione che sfoggiano nomi di registi cult dei Seventies - non pagano, ma anzi vengono profumatamente pagati (insomma, qui pare che il crimine paghi, eccome!).
Come si diceva più sopra, Mr. Kuklinski, il superboss parrucchinato - e con una qual certa somiglianza con un tal dittatore del XX secolo - della Kuklinski Television, è disposto veramente a tutto pur di mantenere vivo l'interesse (morboso) dei telespettatori e di far salire lo share e seguirà anzi la sua stessa malsana idea di rivolgersi ai Professionisti della morte con stile, i due infallibili superkillers dai nomi di registi, per raggiungere il suo scopo...

La narrazione, veloce e asciutta, efficace, non si perde in fronzoli ne' in verbosità (quest'ultime
taaanto cara a molto fumetto contemporaneo...); i dialoghi sono frizzanti e ben costruiti e vivaddio non si deve rileggere ora in un verso ora nell'altro per cercare di capire chi parla, quando e con chi ("vezzo", questo della confusione di balloons, che a quanto pare colpisce moltissimi dei fumetti prodotti recentemente).
Audace e per certi versi spiazzante, ma non per questo meno divertente (anzi!) è l'ironico e cinicissimo finale, di cui naturalmente qui non si farà riassunto per non rovinarne la lettura ai lettori e alle lettrici che ancora debbono goderselo.

L'autore sfoggia nel disegno una tecnica più che buona - ci sa davvero fare il Perugini e comunica una bella sicurezza - e i protagonisti della storia, siano persone oggetti animali ambienti armi..., sono descritti graficamente con grande espressività e cura per anatomie e proporzioni: insomma, proprio un
bel segno.

Marco Perugini 'Trashy' - Cagliostro E Press


Stessa impressione più che positiva per la sequenza delle vignette, e quindi delle tavole, che è dinamica e scorre bene senza intoppi, permettendo al lettore una buona immedesimazione e offrendo anche alla vista inquadrature ardite e punti di vista inusuali, che rafforzano le espressioni o il dinamismo dell'azione senza mai risultare stucchevoli o forzate.

Molto d'effetto quei "retini giganti" presenti in alcune vignette, che ricordano un po' certe cose pop-optical Anni 60, come certi gustosi rimandi a Warhol e a Liechtenstein confermano. In realtà tutto il fumetto ha una costruzione di tipo "optical": al bilanciamento di bianchi e neri, di masse e volumi bianchi e neri, è stata certamente dedicata molta attenzione dall'autore e l'effetto è pregevole e gradevole.

In definitiva, Trashy - I professionisti della morte con stile è una bella storia con bei disegni che convince e diverte, opera di un giovane autore da seguire con attenzione. 
Chi volesse cominciare a conoscere un po' meglio Marco Perugini può cliccare i link riportati qui sotto.
...e tutto finisce con un bell'applauso... clap!clap!clap!clap!clap!clap!clap!clap!.

Marco Perugini 'Trashy' - Cagliostro E Press

Nessun commento:

Posta un commento