mercoledì 17 novembre 2010

MARV WOLFMAN - intervista esclusiva

Quest'oggi Fumettidicarta offre a voi, fedeli lettori, un'intervista con uno dei migliori e più importanti scrittori di comics: Marv Wolfman, l'uomo che ha scritto la serie Marvel horror di maggior successo, ha reso estremanente popolari i Giovani Titani, ha ridefinito l'Universo DC con Crisis... e, soprattutto, HA CREATO NOVA!
.
Francesco Vanagolli - Marv, la tua carriera è molto lunga, ormai. Com'è iniziata la tua vita nel campo del fumetto?
Marv Wolfman - Leggevo fumetti da ragazzino, e alla fiere incontrai editor DC che mi chiesero qualche idea per i loro fumetti di mostri. Accettai, e loro le approvarono.

 FV - Nel corso degli anni passati alla Marvel Comics hai scritto gran parte della serie TOMB OF DRACULA [dal numero 7 fino al 70, l'ultimo; ndF]. La serie fu molto popolare, e vinse anche dei premi. Cosa ricordi di quell'esperienza? Avresti mai pensato che TOD potesse riscuotere tanto successo?

MW - Non avrei mai immaginato che divenisse tanto popolare, ma la cosa mi fa piacere perché adoravo scriverla.
.
FV - Penso che Nova sia la tua migliore e più importante creazione: un Peter Parker per gli anni '70! Fu la Marvel a chiederti un nuovo personaggio, o fosti tu a proporre l'idea per primo?

MW - Non credo che sia Nova la mia migliore e più importante creazione, comunque grazie, era un albo divertente da scrivere. No, la Marvel non mi chiese nuovi personaggi: ero io che cercavo una serie da scrivere e proposi quella.


Nova n. 1 - Marvel Comics

FV - Hai scritto cicli eccellenti su titoli come AMAZING SPIDER-MAN e FANTASTIC FOUR
[la mia prima storia degli FQ fu FF 208; ciò vuol dire che sto parlando con quello che l'ha scritta! Dio, è troppo bello!; ndF], riportando i personaggi alle loro radici. Mi chiedevo se avessi altre idee in caso tu avessi continuato a scriverli, e se potessi rivelarci qualcosa!


MW - E' passato tanto tempo -sui trent'anni-, quindi no, non ricordo cosa ci fosse nei miei programmi.
.
FV - Alla DC Comics nel 1980 hai rilanciato i Teen Titans assieme a George Pérez, producendo uno dei fumetti ricordati con più affetto di quell'epoca. E, non dimentichiamolo, uno dei tre albi DC più venduti del periodo [gli altri erano DC COMICS PRESENTS, una specie di MARVEL TEAM UP di Superman, e LEGION OF SUPER-HEROES di Giffen, il ciclo ristampato in questi anni da Planeta DeAgostini; ndF], perfetto rivale dell'astro nascente UNCANNY X-MEN. Quale pensi che sia il segreto del suo successo?

Tomb of Dracula n. 7 - Marvel Comics

MW - Penso che semplicemente abbiamo creato dei bei personaggi e raccontato delle buone storie, nient'altro.
.
FV - Nei primi anni '80 hai scritto anche Batman, ma la tua run sul titolo principale fu molto breve, purtroppo [sono storie che si vedranno presto in Italia su CLASSICI DC: BATMAN; ndF]. Forse a causa di qualche problema con i supervisori?

MW - No. Il fatto è che scrivere Batman non mi piaceva tanto quanto lavorare su altri titoli, e così chiesi di essere trasferito dalla serie.


New Teen Titans n. 1 - DC Comics


FV - Sei probabilmente l'unico scrittore che ha lavorato su
Superman sia nel pre che nel post-Crisis. C'erano delle differenze nel processo creativo? C'è, oggi, qualche elemento del pre-Crisis che conserveresti per il reboot?


MW - Il processo creativo era lo stesso, con la differenza che ci era concesso di scrivere anche storie di diverso tipo rispetto a prima. Non c'è niente che terrei del pre-Crisis, perché tutto il meglio è già stato rivisitato e rinnovato. Bisogna mantenere i personaggi sempre attuali.
.
FV - Hai creato l'attuale identità di Dick Grayson, Nightwing. Cosa ricordi di quei giorni? I lettori si lamentarono? Vedo che molti sentono ancora la mancanza di Dick nel suo costume da Robin (anch'io sono sempre stato un fan dell'originale Ragazzo Meraviglia).

Fantastic Four n. 208 - Marvel Comics

MW - Tutti amavano Robin diventato Nightwing. Non ho mai sentito nessuno dire che sarebbe dovuto rimanere Robin. Magari alla gente manca vederlo nei panni di Robin, ma gli piace che sia cresciuto.
.
FV - Ovviamente non potevo evitare una domanda su CRISIS ON ONFINITE EARTHS. Sei contento del risultato finale? Crisis non ha creato più problemi di continuity di quanti non ce ne fossero prima? Mi confermi che avresti voluto un vero reboot per tutto il DC Universe?

Crisis on Infinity Earths - DC Comics

MW - CRISIS fu la prima serie di quel tipo e credo che abbia avuto successo almeno all'80%, comunque si sa che quando vai a rivedere un vecchio lavoro qualcosa che si poteva fare meglio lo trovi sempre. In effetti io volevo un reboot totale, ma poi le cose sono andate come sono andate.
.
FV - Oltre che per i fumetti hai lavorato anche per la tv. Potresti parlarci delle differenze tra i due media?
MW - Ci vorrebbe troppo, scusa...
.
FV - Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

MW - Niente di cui possa parlare al momento, tranne che sto scrivendo il videogame DC Universe MMO [ovvero uno di quei videogiochi online che consentono a un ampio numero di utenti di giocare simultaneamente, come ad esempio World of Warcraft; ndF].
.
Ringraziamo sentitamente Marw Wolfman per la sua disponibilità!


Amazing Spider-Man n. 196 - Marvel Comics


Collegamenti Esterni:
• Marv Wolfman.com

Nessun commento:

Posta un commento