domenica 11 ottobre 2009

PROGLO Edizioni - dic 2007


Una piccola tavola per un pasto abbondante: ProGlo edizioni

"A" come Ignoranza di Daw. - brossurato 15x21 cm, 64 pagine, 6,90 euro.

Historia de la Historieta Storia e storie del fumetto argentino di Carlos Trillo e Guillermo Saccomanno - brossurato 17 x 24 cm, 304 pagine, 20,90 euro.

Longshot Comics La lunga e inutile vita di Roland Gethers di Shane Simmons
brossurato, 17x17, 52 pagine, 4,90 euro


Ogni occasione di scendere a Lucca è una piccola festa per gli appassionati di fumetti. E, in barba a ogni più fosca previsione di crisi, tutti gli anni si rinnova la tradizione (per il sottoscritto) del giro dei padiglioni alla scoperta delle nuove realtà editoriali italiane. Un po’ per curiosità e un po’ per il desiderio di esplorare nel vasto sottobosco che cosa valga la pena “puntare” e magari pubblicizzare un po’ nelle chiacchiere da bar virtuale che attraversano e seguono i giorni lucchesi.

Quest’anno è stato gioco facile gironzolare, annusare e poi svaligiare lo stand della neonata Proglo Edizioni, che per Lucca proponevano un conveniente pack che permetteva all’incauto passante di portare seco tutti i titoli presentati in anteprima. Sì, perché la Proglo non si limitava a presentare due, tre libri… proponevano al loro stand un fuoco di fila di pubblicazioni che si stanno dimostrando una più interessante dell’altra!

In questo breve articoletto provo a stuzzicarvi con le prime tre che ho avuto modo di leggere, ma con il consiglio comunque di procurarvi presso il vostro “spaccia” di fiducia anche gli altri titoli: ne vale davvero la pena!

Hors-d'œuvre: A come ignoranza di DAW (Davide Berardi)

Chi, come il sottoscritto, si sentiva orfano dell’umorismo allucinante e meraviglioso di EnomotoENOMOOTOOOOOOOOOOO!!!!) sarà davvero estasiato alla scoperta di questo gioiellino. Un volume che raccoglie storie di vario delirio e non adatte a tutti gli stomaci. (anzi,

Il consiglio è quello di non fermarsi di fronte all’impatto dei disegni molto “ruspanti” (ma che riescono benissimo a veicolare il senso demenziale di queste storie): non voglio dire che A come Ignoranzaè un libro per tutti, ma quei molti che riusciranno a trovare la giusta chiave di lettura scavando tra cadaveri, teste mozzate e umori corporali non potranno che restarne estasiati.

Il libro contiene alcuni sketch brevi estremamente divertenti (la cosa migliore del libro), soprattutto Brullonulla e la commovente Un uomo veramente interessante. In questi casi la densità di BDPV (Bombe Demenziali Per Vignetta) è talmente elevata che l’incauto lettore rischierà di slogarsi la mascella (come effettivamente succede al protagonista di Brullonulla).

A queste diapositive terribili si alternano storie un po’ più corpose che, a differenza dei “corti” mostrano qualche alto e basso in più. Ma è del tutto naturale: se il buon Daw avesse mantenuto lo stesso livello di genialità per tutte le trenta e passa pagine de Il secreto (sic!) del mio successo ci saremmo trovati di fronte al più grande genio comico del fumetto italiano (e mi scusino i fan dell’Ortolani)…
Detto questo, non vedo l’ora che esca “B” come stupidità o come si chiamerà il nuovo volume di questo autore. ENOM… ehm, DAAAAAAAAAAWWW!!!

Plat de résistance: Historia de la Historieta di Trillo & Saccomanno

Sicuramente il titolo più ambizioso (anche dal punto di vista dell’impegno editoriale che deve aver comportato presentare un volume così corposo in Italia) è questa storia del fumetto argentino, che non esito a definire una lettura splendida e indispensabile per tutti gli amanti del fumetto. Per tutta una serie di motivi: innanzitutto perché racconta in maniera esaustiva (ed è quasi un inedito, nel panorama italiano degli ultimi anni) la storia e gli autori che hanno popolato il mondo del fumetto argentino. E poi perché questa storia appassionante, fatta di uomini più che di avvenimenti, è molto vicina alle vicissitudini del fumetto italiano.

Il fumetto e l’historieta hanno molto in comune: in particolare uno scambio proficuo di autori, che nel 1950 percorrevano l’atlantico in direzione Buenos Aires in fuga dalla povertà lasciata dalla seconda guerra mondiale (un nome su tutti: quello di Hugo Pratt, che realizzerà in Argentina i suoi capolavori precedenti Corto Maltese) e che negli anni ’80 / ’90 percorsero la strada inversa attirati dalle sirene dell’Eura Editoriale e di tanti “mecenati” europei e americani.

Una storia viva, pulsante, drammatica nella descrizione appena accennata (l’edizione originale del libro risale al 1980) della terribile dittatura di Videla che tanto dolore portò in questa terra così calda e così “italiana”. Nelle pagine della bellissima intervista a Oesterheld, non si può fare a meno di tremare al pensiero della sorte terribile che l’autore e le sue figlie avrebbero vissuto solo qualche mese dopo.

Questo libro è anche il resoconto eccezionale di tanti capolavori che meriterebbero nuova diffusione anche in Italia. La prosa appassionante e mai “polverosa” di Trillo e Saccomanno ci accompagna in una lettura che da un lato è strettamente cronologica e dall’altro divide le sorti del fumetto “d’avventura” e di quello “umoristico”. Gli autori stessi sono protagonisti della curatissima appendice al volume (a cura dello staff Proglo), che affronta gli anni successivi alla prima stesura del libro fino ad arrivare ai giorni nostri.

Non fatevi spaventare dal prezzo! Si tratta in ogni caso di un volume massiccio che vi terrà compagnia molto a lungo. Un solo consiglio, per la prossima edizione: per raggiungere la perfezione manca un indice analitico che permetta di facilitare la consultazione del volume.

Dessert: Longshot Comics di Shane Simmons

Chiude questa prima carrellata lo splendido volume di Shane Simmons. Una premessa: Longshot Comics significa “fumetti in campo lungo”. Questo in pratica vuol dire che nelle vignette di questo bel volumetto si vedono solo dei puntini che, nelle intenzioni dell’autore, non sono altro che personaggi inquadrati a grandissima distanza. Può sembrare un artificio un po’ bislacco e, se il valore del fumetto si esaurisse qui, un po’ di dubbi sulla legittimità di un’operazione di questo genere potrebbero anche venire… Ma il fatto è che Longshot ComicsRoland Gathers, che attraversa più di ottant’anni di vita inglese (e ben due guerre mondiali): il protagonista è il classico esempio di eroe suo malgrado, di epitome di un mondo che per raggiungere la relativa tranquillità degli anni ’50 ha dovuto pagare un prezzo terribile di lacrime e sangue. Anche questo volume è fortemente consigliato: in questo caso il prezzo non è davvero un ostacolo (4,90€ che davvero non rimpiangerete!) è (pur nell’artificio dei puntini) una storia molto appassionante. Racconta la vita di

Insomma, lasciamo il ristorante Proglo sazi e soddisfatti. Non è facile per una piccola casa editrice esordire con un catalogo già così ricco e oserei dire “consapevole”. Tanti complimenti e un bocca al lupo per il 2008 (a proposito, tenetemi in caldo il pack alla prossima Lucca!)

Diflot