sabato 15 agosto 2009

Tales of Terror: the EC companion - mar 2007


TALES OF TERROR: The EC Companion - di Fred Von Bernewitz, Grant Geissman - Fantagraphics Books - Gemstone Publishing, 296 pagine, cartonato, 39,95$

Gli appassionati di fumetti americani in Italia stanno vivendo in questo periodo una vera e propria età dell’oro, paragonabile forse solo a quella che si ebbe nei primi anni novanta quando le edicole vennero inondate di materiale Marvel e DC come mai prima.

Sono passati pochi mesi dall’avvento in Italia della Planeta-DeAgostini come unica licenziataria dei diritti DC Comics e le fumetterie iniziano a presentare, oltre a materiale recentissimo, anche delle ristampe di materiale datato. Anche la Panini Comics ha approntato un piano di ristampe, per non parlare poi della Free Books, che con la meritoria riproposizione delle strisce di Krazy Kat e Steve Canyon ha reso più di un appassionato felice!

Ora anche la 001 Edizioni si lancia nella mischia delle ristampe e lo fa con un vero pezzo da novanta: il catalogo EC Comics.

Al momento in cui scrivo i volumi 001 non sono ancora arrivati in libreria, ma il can can“icona POP”, ed il fatto che essi saranno a breve disponibili anche in italiano mi ha fatto venire voglia di informarmi di più sull’argomento. Così mi sono procurato il volume “Tales of Terror”Fantagraphics Books e Gemstone Publishing. internettiano sta già risuonando da parecchio. I fumetti in questione sono una vera e propria edito congiuntamente da

Gli autori Fred Von Bernewitz e Grant Geissman ci propongono un excursus completo e molto documentato nella vita della Entertaining Comics (già Educational Comics) e nelle vite di coloro che hanno reso grande ed immortale questa casa editrice.

Il volume si può dividere in due grosse aree tematiche: le cronologie e le interviste agli autori.

Le cronologie sono davvero completissime. Per ogni albo di ogni titolo EC Comics è riprodotta la copertina e sono indicate le storie contenute, anche con l’indicazione dello scrittore e del disegnatore. Quest’ultima cosa non deve essere giudicata come un’ovvietà, in quanto i “credits” nelle storie a fumetti degli anni ‘50 non erano la prassi, ma l’eccezione. Quindi un grandissimo lavoro di ricerca è stato fatto, anche basandosi sulla EC Checklist (una lista che annotava tutto ciò che era uscito per la casa di Bill Gaines), pubblicata per la prima volta nel 1955 (seguita poi da vari aggiornamenti) proprio da Von Bernewitz, uno degli autori del libro. Particolarmente azzeccata la suddivisione della cronologia in tre sezioni: Pre-Trend (riguarda i fumetti pubblicati prima degli albi a tematiche horror, noir e sci-fi), New-Trend (a partire dal maggio 1950) e New Direction (in seguito all’introduzione del Comics Code)

C’è poi la parte più interessante del libro, ovvero una veloce storia della EC Comics per chi non la conoscesse e una serie di interviste d’epoca o recenti agli autori che per la EC hanno lavorato.

Troviamo gustosi retroscena della vita di redazione nell’intervista ad Al Feldstein, scrittore prolificissimo oltre che editor della rivista MAD (anch’essa della EC Comics), o in quella ad AdeleKurtzman, moglie di Harvey Kurtzman, disegnatore che in Italia non è conosciuto quanto meriterebbe.

Vi sono poi interviste all’editore Bill Gaines datate 1955-56 e 1969 e la trascrizione dell’udienza di Gaines stesso davanti alla “Sottocommissione del Senato americano sulla delinquenza giovanile”,atta a verificare la famigerata teoria del dottor Wertham“Seduction of the Innocent”) secondo la quale era innegabile un collegamento forte tra criminalità giovanile e fumetti. Basandosi il successo della EC Comics su fumetti horror, noir, o comunque su fumetti in cui il male molto spesso prevaleva sul bene, si capisce come Gaines avesse tutto l’interesse a portare le sue ragioni all’attenzione del SenatoMAD. (esplicitata nel libro americano. Purtroppo i risultati furono deludenti e ciò portò ben presto alla chiusura di tutti i titoli EC tranne

Interessantissimo notare come nelle varie interviste traspaia il fatto che la crociata anti-comics del dottor Wertham sia stata cavalcata da case editrici concorrenti, prima fra tutte la National (poi DC Comics), che vedevano nella EC un osso durissimo da superare in fatto di qualità (per la EC infatti lavoravano i migliori professionisti del campo). Ciò fu possibile solo in seguito all’introduzione del Comics Code e gli aneddoti forse più divertenti riguardano proprio il rapporto tra i “censori” del Comics Code e Gaines e Feldstein.

Ad arricchire il volume c’è anche la presenza di una ricca sezione di disegni e pin up dei vari autori (dei quali sono presenti anche delle mini biografie) ed una vera e propria rarità: la riproposizione di un saggio sui fumetti scritto da M.C. Gaines, padre di Bill e fondatore della Educational Comics, casa editrice di fumetti “educativi” che diverrà poi la Entertaining Comics. Davvero ironico che la casa editrice che tutti conoscono grazie a titoli come “Tales from the Crypt” o “The Haunt of Fear” pubblicasse in origine fumetti ispirati alla Bibbia (“Picture Stories from the Bible”)!

Se avete una discreta conoscenza dell’inglese e pensate di acquistare le ristampe dei fumetti EC001 renderà disponibili in fumetteria, questo libro può essere un ottimo vademecum da tenere sempre a portata di mano per una eventuale consultazione. Ma se anche non conosceste nulla della EC comics, questo libro potrebbe aprirvi le porte su di un mondo che a sessanta anni di distanza merita ancora di essere visitato. che tra un po’ la

Pino Paoliello