giovedì 2 luglio 2009

Krazy e Ignatz vol. 1 - feb. 2006


KRAZY E IGNATZ vol. 1 1925 - 1926 di George Herriman
Brossura - 22 x 29 cm, pag.128, Bianco & Nero, a cura di Bill Blackbeard
Introduz. italiana di Luca Boschi, traduzione di Francesco Spreafico
Free Books euro 11,90 Gennaio 2006

Lettera aperta agli Amici/che, di Orlando Furioso
Ciò che segue è il copia-incolla di un'email che ho mandato ai miei Amici e alle mie Amiche che non leggono fumetti, o che ne leggono sporadicamente ma non frequentano fumetterie, siti, forum, newsgroup.
E' tutto ciò che son riuscito a scrivere su questo splendido volume uscito per la Free Books.
Non è nulla, lo so, ma ci ho messo il cuore.
Supersventole e Luridi Maschiacci, questa email non vuol'essere spam o sfogo personale.
Lo scopo di questa mia è quello di provare a convincervi ad acquistare e leggere questo volume: "Krazy e Ignatz 1925 - 1926", di George Herriman, uscito da poco per la Free Books (una Casa Editrice di fumetti); costa 11,90 euri.
Come ognun di voi sa, ho sempre clamorosamente fallito le (rare) volte che ho provato a convincervi a leggere un fumetto. Nessuno/a di voi ha mai seguito uno solo dei miei consigli fumettosi... siete proprio delle rocce, eh?!? (O io un pessimo "venditore", ahimé...).
Ho sempre cercato di essere delicato e non invadente, mirato e sorridente: non mi sono mai sognato, per esempio, di consigliare Sandman a Roby o la Justice League a Siusi; Tommy Wack al Gianca, Miyuki a Tommy o Go Nagai a Rossana. So che non sono "adatti" a voi come, per dire, Mattotti (è un fumettista/illustratore bravissimo) non è "adatto" a me (...o così credevo...).
Non è che voglia ricattarvi, ma quanti libri da voi consigliatimi ho preso e letto, senza pentirmene (almeno la maggior parte delle volte)?
Ecco: per una volta almeno il - chessò - 28% di voi potrebbe provare ad accogliere questo mio consiglio (=supplica), dargli una chance. E che diamine!
Stiamo parlando di 11,90 miserrimi euri per un volume a fumetti di una tale bellezza e poesia (tutto oggettivo, Amici: oggettivo!) che vale mille e mille emozioni e riletture e che se proprio non dovesse piacervi potreste comunque
1. rinfacciarmelo a vita (e vuoi mettere la soddisfazione?!?);
2. rivendere (non osate, eh! NON OSATE!)
3. regalare a qualcuno (la mia soluzione preferita!).
A proposito, prima che cominciate a darvi di gomito, meglio sgombrare il campo da ipotesi fantasiose: la Casa Editrice che pubblica questo Krazy e Ignatz non mi paga. Insomma, non ci guadagno nulla dal consiglio che mi sto permettendo di darvi.
Ma ciancio alle bande, vado a (tentare di) raccontarvi brevemente qualcosa su questo fumetto incredibilmente bello. Poi vi lascio in pace (coraggio! E' quasi finita!).
Tutti abbiamo visto almeno una volta nella vita una vognetta, una striscia, un disegno o una citazione di Krazy Kat. Si tratta di quel Gatto che riceve sempre le mattonate in testa dal Topo Ignatz, quel Gatto innamorato di un Topo, entrambi abitanti della Contea di Kokonino. Questi personaggi fanno parte dell'immaginario collettivo, sebbene occultati da altre icone più imponenti e mass-mediaticamente molto più presenti. Comunque ci hanno fatto anche i cartoni animati, su Krazy Kat, li avrete visti di sicuro.
Leggere questo volume ha anche un significato di "regressione positiva", un meraviglioso "vaccino" che permette di tornare a immergersi in un fantastico mondo pieno di poesia, nonsense, visioni, violenza, amore... poesia! Tutta roba che giace sempre dentro di noi e attende, paziente, di poter fare capolino. E i fumetti, in questo, aiutano, sapete?
Non vi sto consigliando un "fumetto per bambini"; semmai di "tornare bambini" per poter meglio gustarvi questo bellissimo fumetto. Dovrete fare un (piccolo) sforzo di "rilassatezza" mentale, di abbandono a una visione poeticamente metaforica delle Vita.
Voglio dire che la Vita è presente nelle strisce di Herriman in maniera archetipica, universale e mai "spiegata". Un gusto particolare che stimola sentimenti, ricordi, luoghi.
Sono storie brevi, "piccole" se vogliamo, o meglio: lievi, inserite in un'unica Storia che racchiude i Personaggi (e noi stessi) facendo interagire le loro (e le nostre) vite, passioni, desideri, amori, tristezze. Ciò che, alla fin fine, dovrebbe fare ogni buon fumetto (e libro, e film, e...)...
E' difficile(issimo) trovare parole per descrivere un qualcosa di così profondamente visionario e fantastico, che m'è piaciuto in modo così intenso da farmi spesso commuovere... E stiamo parlando di fumetti scritti e pubblicati nel 1925 - 1926!
Paiono, invece, completamente senza Tempo!
Ma ora la smetto, non sono mica un critico!
Lasciatemi solo fare ancora un cenno ai disegni stupendi di George Herriman e poi vi saluto.
Indipendentemente dai gusti di ognuno/a, se leggerete questo volume vi troverete - ne sono ottimisticamente certo! - ad ammirare dei disegni di una bellezza commovente. E, per quanto mi riguarda, non mi pare affatto di stare "esagerando".
I personaggi, da Krazy Kat all'agente Pupp al crudele Topo Ignatz e a tutti gli altri animali antropomorfi che popolano queste strisce, sono tratteggiati con una maestria e un'espressività che vi colpiranno; disegni che paiono fatti ieri, tanto sono freschi e vivi. E poi c'è un "Personaggio" che contiene tutti gli altri, tutte le storie: Il Paesaggio. Mi piace immaginarvi incantati e immersi nella Contea di Coconino (Arizona... o Marte, è lo stesso), mentre ammirate la Mesa Incantata, le Zampe dell'Elefante, i paesaggi di Shonto, il Lago Rosso, il Desierto Pintado...
FateVi un favore: leggete questo volume.
Potremmo dire di avere fatto un Sogno insieme. Con Amore, Orlando.
Orlando Furioso