domenica 26 luglio 2009

Brevi recensioni - nov 2006


FABLES 4 - Testi Bill Willingham; Craig Hamilton, Disegni Mark Buckingham; Seteve Leialoha; Philip Craig Russell - Planeta DeAgostini

Esordio per la Planeta/De Agostini nel mondo dei fumetti targati Vertigo con un volume di Fables (Planeta/De Agostini; 236 Pagine; 14,95€) che presenta in un'unica soluzione La Marcia Dei Soldatini di Legno, saga iniziata su Vertigo Presenta della Magic e poi interrotta. La serie ideata da Bill Willingham si conferma come una delle più fresche e divertenti di tutto il panorama americano ed in questa saga le cose iniziano decisamente a muoversi, col primo attacco deciso del misterioso Avversario anche nel mondo degli uomini.
La bravura di Willingham non sta solo nel sapere gestire benissimo la trama, con i colpi di scena ben calibrati e con la giusta dose di cattiveria, ma soprattutto nel sapere caratterizzare al meglio i tantissimi personaggi che compongono l'universo di Fables dando ad ognuno di loro giusto spazio e facendo evolvere numero dopo numero le psicologie dei protagonisti (notare in questo senso la scena finale tra Biancaneve e Lucas Wolf). Come sempre impeccabili e ben calibrati tra realismo ed umoristico, i disegni di Mark Buckingham. Una serie da seguire, assolutamente ed il trattamento riservato ad essa dalla Planeta è ottimo, sia per la confezione, sia per la cura editoriale, affidata saggiamente alla Magic, con le traduzioni del bravo Leonardo Rizzi.
***************************************************************

DYLAN DOG ALBO GIGANTE 15 - Testi Paola Barbato - Disegni Luigi Piccatto

Rieccoci all'appuntamento annuale con il
Dylandogone (Sergio Bonelli Editore; 244 Pagine; 5,50 €), questa volta ad opera della coppia Barbato-Piccatto. La storia della sceneggiatrice ci presenta una Londra meta di ogni genere di mostro e creatura magica per un convegno per ristabilire l'armistizio tra le diverse razze, ma qualcosa va storto e Dylan Dog si ritrova coinvolto e deve parteggiare con la fazione dei Vampiri.
La storia è lineare e scorre bene, ma è comunque intrigante ed è ben giocata sulla trasformazione progressiva di Dylan in un vampiro e sugli intrighi politici delle varie razze, a cui la Barbato tenta di dare il loro giusto spazio.
Peccato solo per il finale, decisamente un po' compresso rispetto al resto della storia, dove gli avvenimenti e le lunghe spiegazioni rompono completamente il ritmo, sino a quel momento molto sostenuto. Ineccepibili, come sempre i disegni di Luigi Piccatto.

*******************************************************

WE3 - NUOVO ORGANISMO IBRIDO - Testi Grant Morrison - Disegni Frank Quitely

WE3 (Magic Press; 104 Pagine; 8,50€) rappresenta, a tutti gli effetti, una delle ultimissime uscite della Magic Press prima dell'arrivo della Planeta; la storia di Grant Morrison, basata su 3 animali trasformati in cyborg in fuga dal laboratorio che li ha creati è, al massimo un divertissement, ma ciò che rende questo volume così speciale è la incredibile sceneggiatura che lo scrittore scozzese è riuscito a regalargli. C'è infatti maestria pura nella scansione delle varie vignette, nel ritmo che riesce a dare alla storia senza indulgere in inutili splash page ed in una serie di trovate non convenzionali, come vignette che sembrano bucare a tutti gli effetti le due dimensioni del foglio da disegno. E chi poteva essere l'unico disegnatore in grado di trovare una sinergia completa con una sceneggiatura così impegnativa? Ovviamente Frank Quitely, ormai decisamente uno dei più strabilianti disegnatori presenti nel mercato supereroistico, che realizza tavole da ammirare sia per le soluzioni grafiche, sia per la grande espressività che riesce a dare ai tre animali protagonisti del fumetto. Insomma, WE3 (nonostante il concept sia già stato opzionato per realizzarne un film) non brillerà molto come trama, ma rimane una gran prova di sceneggiatura e disegno da parte del collaudato duo Morrison/Quitely. Esercizio di stile? Sì, ma di grandissima classe!
***********************************************
DARK SIDE 18: VENOM - Testi Peter Milligan; Warren Ellis - Disegni Clayton Crain; Kyle Hotz

Più che a
Venom (Panini; 144 Pagine; 6,99€) questo volume sarebbe dovuto essere dedicato a Carnage, vista la presenza decisamente maggiore dell'alter ego simbiotico di Cletus Kasady nelle due storie presentato in questo volume della collana Dark Side. La prima, Venom Vs. Carnage, è piuttosto deludente, nonostante la presenza di uno sceneggiatore di razza quale Peter Milligan: la storia confezionata dall'autore irlandese, infatti, è un guazzabuglio non troppo originale che serve ad introdurre un nuovo simbionte nell'universo Marvel, Toxin. Il resto sono botte da orbi tra Venom, Carnage, Toxin, l'immancabile Uomo Ragno e la Gatta Nera. Storia banale, quindi e dipinti non brillantissimi di un Clayton Crain troppo confusionario e statico. Decisamente meglio Carnage: Mindbomb, albo da tempo esaurito in casa Panini, dove un Warren Ellis ancora agli esordi, ma decisamente ispirato, ci mostra un inquietante e terribile spaccato della mente di Carnage, senza risparmiare cattiveria ed effettacci, supportato meravigliosamente la tratto grottesco di Kyle Hotz. Un vero e proprio gioiellino horror, nonchè uno dei fuemtti più violenti e controversi mai pubblicati dalla Marvel, che vale da solo l'acquisto del volume.
Albyribnth - Novembre 2006