sabato 13 giugno 2009

Superman Magazine n. 1 - luglio 2005


luglio 2005, mensile, edicola e fumetteria, spillato, 84 pagg. Play Press - euro 3,50

La Play Press pubblica l’universo narrativo della DC Comics ormai da più di quindici anni anche se nel suo passato più recente aveva smesso di produrre albi a basso prezzo per le edicole per sfornare unicamente costosi volumi destinati alle fumetterie. Negli ultimi mesi la casa editrice romana ha però tentato di invertire questo trend dapprima con la collana sperimentale DC Universe (venduta solo in fumetteria ma pubblicata a cadenza mensile a un prezzo più basso del solito) e poi con Batman Magazine, giunta ormai al quinto numero.
Oggi la rivista del pipistrello viene affiancata in edicola da Superman Magazine, un albo mensile di ottanta pagine che nei primi due numeri ospiterà la prima saga della collana Superman/Batman di Jeph Loeb e Ed McGuinnes, molto attesa dopo il successo di pubblico e critica ottenuto in USA, e, a partire dal n. 3, anche le altre collane americane dell’azzurrone (Action Comics e Adventures of Superman; sarà assente il Superman di Brian Azzarello e Jim Lee che è già ospitato su DC Universe – ma forse verrà anche ristampato in volume).
Il ritorno di Superman nelle edicole italiane non poteva iniziare in modo migliore. I primi tre capitoli di Superman/Batman sono spettacolari e Loeb dimostra di essersi ripreso dopo la fiacchissima saga di Batman intitolata Hush. Lo scrittore è bravissimo a caratterizzare i due personaggi nelle prime pagine con due sequenze delle loro origini che hanno svolgimento, inquadrature e temi molto simili (entrambi i personaggi perdono i genitori da piccoli: da qui nasce il parallelismo) ma si differenziano nettamente perché una è narrata in modo solare e l'altra in modo cupo.
Nel corso del fumetto questa diversità che contraddistingue i due eroi è sfruttata ancora grazie alle didascalie dei pensieri che sono blu per Batman e rosse/arancio per Superman. Divertenti le divergenze fra quello che dicono e quello che invece pensano l'uno dell'altro.
Quando scava nella personalità dei due eroi lo scrittore tenta di essere incisivo e allo stesso tempo non troppo cervellotico e così riesce a confezionare un fumetto che non sia solo un trattato di psichiatria batmaniana. Non che ci sia nulla di male in quei fumetti prevalentemente incentrati sull’analisi delle motivazioni o dei traumi che stanno dietro alle scelte e al destino dei supereroi ma un tema principale come questo si sarebbe mal conciliato con i disegni estremamente dinamici e un po’ cartooneschi di Ed McGuinnes.
Per esprimere al massimo le potenzialità di questo disegnatore era meglio fare un fumetto incentrato in prima battuta sull’azione e così è stato. Superman/Batman è un gran bel fumetto da leggere tutto d'un fiato per vedere come si risolve la trama. L’analisi dei protagonisti però c’è, è ben sviluppata, è stimolante per i lettori e si coniuga a meraviglia con il lato avventuroso della storia.
Un fumetto da provare sicuramente sia per la qualità della storia sia per il modo in cui la Play Press ha scelto di proporlo (in due albi monografici anziché a puntate con le altre serie di Superman).
Luigi Siviero