sabato 13 giugno 2009

Maurizio Rosenzweig - Alberto Ponticelli: faccia@faccia - marzo 2005


Alberto Ponticelli e Maurizio Rosenzweig hanno cominciato più o meno insieme la loro avventura a fumetti, mettendosi in mostra con le autoproduzioni targate Shok Studio a cavallo degli anni ’90, e con qualche collaborazione con la defunta Phoenix di Daniele Brolli (“Laida Odius”).
Poi uno è salito sull’aereo per gli States, l’altro ha intrapreso la via del fumetto cosiddetto “autoriale”, ma non diteglielo, potrebbe incazzarsi.
Ponticelli dopo “Egon” per lo Shok Studio e il “Videomax” di Graziano Origa, è sbarcato alla Image, e da lì a “Heavy Metal”, alla DC (con qualche cover di “Lobo”), e via via fino alla Marvel, per cui ha realizzato “Marvel Knights 2” fino a tornare in Italia (passando per la Francia) con “Starlight”, divertente fantascienza futuribile in salsa anni ’70, per i testi di Giovanni Gualdoni, di cui le Edizioni BD hanno da poco pubblicato il primo volume.
Di Rosenzweig è consigliabile lo spettacolare quanto delirante “Davide Golia” per Puntozero, anche se recentemente potreste averlo visto all'opera sulle pagine di “John Doe” numero 21, la cui postfazione ci da l'occasione per lasciare la parola a Lorenzo Bartoli e Roberto Recchioni che così l’hanno definito
“E’ con estremo orgoglio che presentiamo su queste pagine il talento puro, l’estro e la follia di uno dei più interessanti disegnatori sulla piazza… Maurizo Rosenzweig. Maurizio è una delle mani più famose e famigerate dell’ambiente del fumetto alternativo, e, secondo alcuni, uno degli autori più incontrollabili. Nono sono pochi quelli che ci hanno detto che portare Maurizio su una testata di fumetto popolare era impossibile perché era troppo strano e troppo poco affidabile. Siamo lieti di dire che si sbagliavano.“
Ci fermiamo qui, anche per non causare reazioni allergiche a Maurizio, consigliandovi di recuperare l’albo in questione, non solo per leggere il resto dei commenti (ampiamente condivisibili) della premiata ditta Bartoli & Recchioni, ma soprattutto per godervi il lavoro di “r0s3n” per la prima volta all’opera su di un prodotto cosiddetto “popolare”.
Ah, a scanso di equivoci: sono matti. Entrambi. O tutti e quattro, se vogliamo aggiungere anche i due creatori di John Doe.
“Avranno una lapide in pongo, in modo che si possa cambiare l’epitaffio a seconda del loro umore”. (“Davide Golia”)

Come ti chiami?
Alberto Ponticelli:
Alberto ”bruce lee” Ponticelli.
Maurizio Rosenzweig: Maurizio ”chuck norris” Rosenzweig.


Quando e dove sei nato?
Alberto Ponticelli:
Milano, uno squallido 10 giugno del ’69, prima dello sbarco sulla luna.
Maurizio Rosenzweig: Milano, nel ’70.


Dove vivi?
Alberto Ponticelli: A Milano. Nel 2005.
Maurizio Rosenzweig: A Milano. Nel ‘70.

Dove vorresti vivere?
Alberto Ponticelli: Sto bene qui, grazie.
Maurizio Rosenzweig: Francia, Londra, campagna… Milano…


I FUMETTI:
A che età e con chi la prima volta (che hai letto un fumetto, ovviamente)?
Alberto Ponticelli: Sarà stato il solito Topolino… 4 o 5 anni… Ma probabilmente non è neanche vero… Chissiricorda..
Maurizio Rosenzweig: L’uomo ragno di Stan Lee, o quello di Conway... disegnato da Romita… A tre anni… Ho imparato presto, io…


Il tuo "muso ispiratore"?
Alberto Ponticelli: Non ce n’è uno in particolare, la violenza di Bisley e Caza, i dettagli di Darrow, Kevin O’neil, l’ironia di Giffen, l’eleganza di Mignola e Moebius, e i muscoli sapientemente trattati da Bart Sears… De Crecy, perché può permettersi di essere visionario, ma d’altra parte anche il cinico e autoreferenziale iperrealismo di Phil Hale, Tim Burton è buono, ma Jeunet e Carò con il loro DELICATESSEN possono salutare i Monthy Pyton senza scendere lo sguardo… Musica violenta bla bla bla, e abbiamo riempito tutti i luoghi comuni di chiunque, alla maniera di Asia Argento, abbia l’ansia di mostrarsi maledetto in pubblico…
Maurizio Rosenzweig: Corben.crumb.kiss.corben... kiss.


Il fumetto che hai letto e amato?
Alberto Ponticelli: Dark Knight di Frank Miller… Marshall Law… Provolino.
Maurizio Rosenzweig: Dark Knight di Ponticelli…

Un fumetto (o un autore) che non ti è mai piaciuto?
Alberto Ponticelli: Ade Capone.
Maurizio Rosenzweig: Enoch.


Fumetto italiano o fumetto americano?
Alberto Ponticelli:
Per fare il figo con le tipe…italiano, per le sedute in bagno…decisamente americano; corto, ipercinetico e pieno di colori come piace al mio culo… Ma non è neanche così vero, direte voi, visto che ho citato Dark Knight. Stupidi arrogantelli: l’ho letto al cesso.
Maurizio Rosenzweig: Americano… E italiano… Sono fumetti, no? Comunque non ne compro quasi mai. Libri. Quelli sì. Mi sembra un mondo più vasto…


Fumetto popolare o fumetto “d’autore”?
Alberto Ponticelli:
Per fare il figo con le tipe, fumetto d’autore: noioso, saccente, permaloso, privo di autoironia; insomma…come devi essere per farti una di quelle cafoncelle da una botta e via… invece popol… ehi!!! Sono le etichette che creano i razzismi!!!
Maurizio Rosenzweig: Sono le etichette che creano i razzismi… BASTARDI!


E’ più bravo Bisley o Ponticelli?
Maurizio Rosenzweig: Chi è Bisley?


E’ più bravo Bacilieri o Rosenzweig?
Alberto Ponticelli:
È piùfforte hulk o la cosa?


L'ALTRO:
Che cosa pensi dell'altro?
Alberto Ponticelli: Gli voglio bene.
Maurizio Rosenzweig: Lo stimo. E lo temo. Una volta abbiamo rubato assieme un cd…e ci siamo nascosti in un peep show. Lì abbiamo conosciuto due spogliarelliste… Eva e Susanna… ci hanno fatto bere un po’ e ci siamo ritrovati nel loro camerino, a pomiciare come scolaretti… finchè non siamo scoppiati a ridere… per la strana situazione: le due ragazze, bellissime e permalose, hanno chiamato un buttafuori grosso come un cassonetto e frustrato, perché con forti probabilità era impotente… che ci voleva menare e sbattere in strada… ma appena ha accennato un movimento Alberto gli aveva già rotto il naso con un diretto, sdraiandolo con un gancio… uscendo, dice a Susanna che aveva pure un alito cattivo… un vero duro.Da allora sono il suo sidekick…


L'ultimo fumetto dell’altro che hai letto? E che ti è piaciuto?
Alberto Ponticelli: Davide Golia, un manuale dai toni autobiografici in grado di sviscerare i molteplici significati dell’esistenza. Una stella ninja intrisa di un veleno, che in realtà è l’antidoto alla vita stessa.. Davide contro Golia: la piccola vita contro l’immensa morte!!!!!!!
Maurizio Rosenzweig: Starlight! Una vera esplosione di energia muscolosa e sessuale in grado di destabilizzare gli umili equilibri di esistenze grevi… L’arte a disposizione del media del fumetto… che lo arricchisce… lo tradisce… per poi tornare a nobilitarlo con correnti dirarae insostituibile vitalità…


La donna ideale per Ponticelli?
Alberto Ponticelli + Maurizio Rosenzweig:
Jennifer Connelly


La donna ideale per Rosenzweig?
Alberto Ponticelli + Maurizio Rosenzweig:
La Dellera.


Che cosa hai pensato la prima volta che hai visto l’altro?
Alberto Ponticelli:
Non lo so…sono passati più di dieci anni…
Maurizio Rosenzweig: Boh… Ci avrò pure provato…


Che cosa hai pensato l’ultima volta che hai visto l’altro?
Alberto Ponticelli + Maurizio Rosenzweig: Siamo ancora nel lettone …chiedicelo domani…


Sei più bravo tu o è più bravo lui?
Alberto Ponticelli + Maurizio Rosenzweig: Quando c’è l’amore, non è una questione di tecnica, o bravura..


Sei più simpatico tu o è più simpatico lui?
Alberto Ponticelli + Maurizio Rosenzweig: Con anche te in gioco, è una bella battaglia


Sei più matto tu o è più matto lui?
Alberto Ponticelli + Maurizio Rosenzweig: Pisciarsi addosso l’un l’altro, è un segno di pazzia? A noi piace… e a te?

DOMANDE A RAFFICA:
La parolaccia che dici più spesso?
Alberto Ponticelli: Cazzo, figa, troia, merda, mi piace dire merda. Poi è bello anche unire le varie parolacce: cazzo di merda, figa di merda, cazzofiga.
Maurizio Rosenzweig: Cacchio.

Bianco/Nero o colore?
Alberto Ponticelli:
Nero.
Maurizio Rosenzweig: Nero.


Cani o gatti?
Alberto Ponticelli: Maiale.
Maurizio Rosenzweig: Grazie. mi piaci anche tu.


Panna o cioccolato?
Alberto Ponticelli + Maurizio Rosenzweig:
Panna. La nutella fa i grumi, quando si scalda. Però anche la pellicolina della panna appena bolle, ci fa schifo… ci sembra spocchioso darti una risposta superficiale su di una questione così seria... ad esempio il miele va bene, ma devi depilarti, dopo… la crema di whisky è alcoolica, e irrita le mucose… la purea di patate intasa… e per quanto riguarda i salumi, la bresaola è la più magra… e ha il miglior rapporto grassi-proteine… il salame puzza… la pancetta era nell’orto e pan e vin non ti mancavan… ma anche così la risposta non è soddisfacente…


Dio, Patria o Famiglia?
Alberto Ponticelli + Maurizio Rosenzweig:
Sono problemi rovinosi tutt’e tre.


Fede o Feltri?
Alberto Ponticelli: Mauri, hai finito in bagno? Mi scappa! Sto sfiatando odori nauseanti!
Maurizio Rosenzweig: (dal bagno) Oh, fiko vero Dark Knight.

SALUTI:
Un saluto a chi ti vuol bene:
Alberto Ponticelli: Un saluto ai miei, Più vedo quel che c’è in giro e più apprezzo il tatto con cui mi hanno fatto crescere. e poi Graziano Origa e Joe, veri maestri di vita, le ultime vere rockstar del mondo del fumetto. Imparate da loro, maledetti freaks!
Maurizio Rosenzweig: Satana. La tua luce regna su di noi.


Un saluto a chi ti vuol male:
Alberto Ponticelli + Maurizio Rosenzweig: Non vogliamo male a nessuno, e dall’alto della nostra magnificenza ci rendiamo conto di essere scevri da qualsiasi sentimento di odio o malevolenza… Amen.


mdb