lunedì 15 giugno 2009

Leo Ortolani: intervista esclusiva - aprile 2005


Concludiamo degnamente questo speciale dossier dedicato a Rat-man & Friends con l’iniziatore di tutto il progetto, nonché incidentalmente papà di Rat-man e autore di tutte le sue storie, fino ad ora.

Presentarlo sarebbe imbarazzante, vista la carica di simpatia (qualcuno sostiene idiozia, ma sono solo degli stolti invidiosi) che lo caratterizza, e che insieme al suo background di appassionato di fumetto supereroistico (Jack Kirby su tutti) ed alla sua incredibile padronanza dei tempi comici, ha caratterizzato il successo strepitoso che da anni ormai sorride al Rat-man.

Per una trattazione più dettagliata della comicità di Ortolani, forse è meglio rimandarvi al bel libro “Cuore di Rat-man”, scritto proprio da Andrea Plazzi, con il valido aiuto di Fabio Gadducci e Mirko Tavosanis e ricco di contributi di altri autori e addetti ai lavori, o al precedente “Quaderni d’autori: Leo Cimpellin & Leonardo Ortolani” ad opera di Davide Barzi per le Edizioni If.

Chi invece volesse approfondire dettagli e retroscena della lavorazione di “Rat-men”, già “Rat-man & Friends”, non ha invece che da leggersi le altre interviste disseminate proprio su questo sito, visto che siamo andati a rompere le scatole a tutti i friends del progetto, da Andrea Ampollini a Giorgio Cantù, da Donald Soffritti a Clod, da Massimo Bonfatti ad Ampollini e Cavalli, prima di chiudere il cerchio proprio con Leonardo Ortolani, appunto, tanto per approfondire un po’ (si fa per dire) la presentazione appena apparsa sul sito ufficiale di Rat-man.

mdb: “Bienvenido a Puerto Rico, Señor Ortolani!” Siamo ormai alla fine dell'attesa, sta per uscire Rat-man Collection n. 48, il primo con storie di Rat-man non opera tua. Come ti senti? Geloso? Preoccupato?

Leo: Buonasera, caro, è già pronta la mia auto con i vetri antiproiettile?
Finalmente sta per uscire l'albo definitivo! L'albo che dopo niente sarà più lo stesso! L'albo che comunque manterrà una dignità superiore alle Guerre Segrete della Marvel! L'albo che poi me ne chiederete ancora! L'albo che dovrete completare con le apposite figurine! L'albo che poi dopo il 49 sembrerà più un 64. L'albo che vorrei fosse già maggio, mentre gli altri autori vorrebbero fosse già giugno.
Nell'attesa sto bene, grazie. Sereno! Pimpante! Ma soprattutto, curioso come una scimmia!

mdb: Curioso? Dunque ci sei riuscito? Mi riferisco al fatto che avevi dichiarato di non voler sapere nulla dello svolgimento dei lavori, che volevi avere la soddisfazione per una volta di andare in edicola e comperare Rat-man senza sapere che cosa aspettarti. Ce l'hai fatta?

Leo: Certamente! Ho un po’ sbirciato i bozzetti sul sito. Uno in particolare mi ha fatto un po’ impressione, poi però era il mio.

mdb: AH! AH! AH! Hai letto almeno le interviste che abbiamo realizzato a corredo del progetto? Mi riferisco ovviamente a quelle già pubblicate...

Leo: Certo. Volevo sapere se avevano paura di me. E' così. Mi spiace, veh? Ma è così. E tutto perchè sanno che giro armato.

mdb: Gh! Allora saprai anche che più o meno tutti gli autori coinvolti sono stati concordi nell'addossare a te la responsabilità del progetto. Plazzi ha anche chiarito che l'hai presentato alla Panini già "blindato" con i nomi degli autori. Che cosa hai da dire a tua discolpa?

Leo: Ahahahah! Ma quale colpa! E' un vanto! Un vanto, caro mio! Mi consenta! E' vero! Gli autori li ho chiamati io, li ho attirati fuori dalle loro tane con pezzi di carne o altre piccole leccornie! E appena hanno messo il capino fuori, PUM! Una botta tra la nuca e le scapole e via! Nel sacco! Leccornia, capino, PUM, sacco e via! Ne ho presi tanti, sa, in questa maniera? Alcuni lunghi così! E mi accorgo adesso che queste frasi, solitamente attribuite ai pescatori, possono essere intese benissimo anche per noi viados della china. Una gran brutta china. Che quando dico "Mi sono chinato", anzichè "Mi sono inchiostrato", il significato, purtroppo è di tipo lavorativo diverso. Ma dicevamo degli autori! Se contate gli autori all'opera sull'albo, vedrete che sono sette... I magnifici sette! Poi non mi ricordo chi moriva, nel film...

mdb: Eh, più o meno quasi tutti... Scusa un attimo, che mi porto una mano all'inguine, in un istintivo gesto di attaccamento alla vita, ovviamente. Ma allora, tanto per chiarire, il progetto è nato come scherzo e poi si è concretizzato, o ci hai pensato seriamente sin dall'inizio? E come si è sviluppato il tutto?

Leo: Scherzo? Quale scherzo? Mai stato così serio e risoluto, in vita mia! Solo quando mi sono sposato! Che poi anche lì dovevamo essere in sette, poi non era carino, mi ha fatto notare la Cate, e allora niente.
Per i dieci anni del Ratto volevo leggere anch'io un albo di Ratty senza sapere cosa ci fosse dentro! Questa è stata la molla iniziale. Poi ho scartato l'idea di poterlo fare io, approfittando di una dissociazione momentanea di personalità ("Chi ha fatto questo albo?" "Io!" "Ma quando?" "Quando ero l'altro!" "Ma dai!"). Scartata. Allora ho preso dei pezzetti di carne cruda e altre piccole leccornie, un bastone, un sacco, e via!
Ho chiamato al telefono uno per uno, che fa sempre uno, e li ho catturati tutti. La Panini, poveretti, li ho costretti con un ricatto dolorosissimo: se volete “STAR RATS 2” dovete accettare anche questo albo, che io non ho tempo di fare l'uno e l'altro. Cosa vuoi, messa giù così, anche loro han dovuto dire di sì per forza. Ma piangevano, veh? Li ho visti, che piangevano. Però io nulla. Inamovibile. Così ho detto "Chi tocco sta a lui organizzare l'albo 48!" Un fuggi-fuggi, che subito ridevo un sacco e non riuscivo a prendere nessuno, poi ho visto Andrea Plazzi che è scivolato. E' stato un attimo. "Albo tuo senza ritorno!" L'ho toccato su una spalla. Han visto tutti, toccata valida. Piangeva anche lui, veh? Eh, ci ho detto, un'altra volta non dovevi scivolare.

mdb: Ah! Ah! E direi che si è preso anche la sua buona parte di responsabilità, collaborando al coinvoglimento di Giorgio Cantù; tu invece hai sentito Bonfatti, Clod Soffritti e pure Ampollini e Cavalli, prima di proporre il progetto alla Panini? Perchè loro? Che cosa ti fa pensare di avere scelto bene?

Leo: Perchè io so. Io so che erano loro, che dovevo scegliere. C'è questa voce che mi dice sempre cosa devo fare. Tranne quella che mi dice di cambiare canale. Quella è mia moglie. Ma qua ero sicuro. Loro non sapevano che io li avevo scelti, un po’ hanno pianto anche loro. Pazienza, ci ho detto. Lo vuole la voce che ho in testa. Poi uno mi fa "Ma sono le cuffie del uolkmen!" Ma tò. E' vero!

mdb: Ah! Ah! Che reazioni ti aspetti dai fans? Con il RMFC hai un rapporto mi pare abbastanza schietto, anche se continuano a chiamarti "Venerabile": che reazioni hai colto? Preoccupato?

Leo: Preoccupato? Ma assolutamente no! Ho la maglia di lana e me la rido, caro mio! E i lettori, mi spiace. Davvero. Un po’ hanno pianto anche loro. Io ce l'ho detto. La prossima volta leggete Tex, che vi da solo certezze. Io certezze non ne do. Le do solo quando faccio pipì. Se dico "Faccio pipì", state certi che la farò.
Poi i lettori questo albo , prima hanno pensato che fosse uno scherzo, e ridevano. Così: “AH-AH-AH-AH”. Poi han capito che non era uno scherzo e hanno sospirato. Sai quando sospiri e allarghi le braccia, per far vedere che non c'è nulla da fare. Così. Ma lo so che poi apprezzeranno questa novità, perchè è fatta con il cuore. E se poi non gli basta, c'è sempre “STAR RATS 2” in edicola lo stesso mese. Di più, mi dicono dove abitano che ci faccio le pulizie. Non so.

mdb: Ecco, tralasciando casa mia che è un bordello, ma non credo che interessi, e visto che l'hai tirato in ballo tu, passiamo all'attesissimo “STAR RATS II”: si era detto anche che questo "intermezzo" sulla serie regolare ti avrebbe lasciato un po' di tempo per poterci lavorare sopra più o meno tranquillamente e farlo diventare così un po' meno "atteso", appunto. E' stato così, o come spesso accade, era solo una pia illusione?

Leo: Ci ho lavorato che è stato un piacere. Come sempre. Ma un piacere così grande, che poi mi viene l'entusiasmo e adesso da “STAR RATS 2” è diventato “STAR RATS - EPISODIO 1”, cioè la parodia del primo film, e negli anni seguiranno anche il 2 e il 3.

mdb: Bè, questa è una grande notizia. Quindi sei riuscito a finirlo in tempo? Nessun rinvio?

Leo: Già consegnato da eoni, caro mio! Eoni! Che fa rima con? Ahahah. Mi faccio ridere un sacco! Cacca! Ahahahahah!

mdb: Lucas, prima di finire le idee, aveva iniziato con STAR WARS per poi tornare a ritroso nel tempo; il primo “STAR RATS” è stato un po' un compendio esilarante della trilogia "classica". Poi hai seguito Lucas (con risultati un po' migliori) con l'EPISODE I di recente riproposto su RMC: che cosa dobbiamo aspettarci dal volume? Riprendi le avventure dei Cavalieri dell'Oroscopo? Hai seguito un po' la traccia di EPISODE I e II o sei andato a ruota libera?

Leo: Ecco, hai presente la mini storiellina che è apparsa nel 1999? Dimenticala. Questa è la vera e ufficiale storia di Episode 1.Ci sono cambiamenti che nessuno immaginerà, ma appena metteremo la cover sul sito, tutto vi sarà chiaro.
Ho seguito a modo mio la traccia di Episode 1 e ho spiegato tutto ciò che Lucas ha lasciato avvolto nella nebbia! Il piano di Palpatine! I Midiclorians! La vera origine di Yoda! Tutto!

mdb: Rivedremo all'opera anche Granello?

Leo: Veramente Granello in Episode 1 deve ancora nascere! Non stai mica tanto attento, tu, eh? Fai un sacco di domande, ma per mascherare che non sai mica tanto, eh? Lo facevo anch'io.

mdb: Ehmm... Piccolo lapsus: in effetti mi riferivo al "Prescelto", il protagonista della storiellina del 1999, riutilizzata sull'ultimo RMC ("Scuola di Fumetto", RMC 47, ndr) come sorta di trailer per STAR RATS II: cancellato anche lui?

Leo: Cancella, cancella! Si ricomincia da capo! Quella era una sorta di "antipasto" realizzato sul momento, con le idee del momento. Stavolta, per poter sviluppare meglio l'intera (futura) trilogia di prequel di “STAR RATS” ho dovuto riprendere in mano tutto il discorso, e ci saranno dei cambiamenti belli grossi!

mdb: Una domanda che mi è frullata in testa solo dopo aver riletto la vecchia versione di Episode I (Il Prescelto): Dark Maus scappa da Desertia dopo un'avventura con una ragazza del posto che gli comunica di essere rimasta incinta, non è che il Prescelto era proprio suo figlio?

Leo: In quella storiellina era proprio così. In quella. Storiellina. Ina. Assicurazioni.

mdb: Però nel frattempo sei riuscito a disegnare lo stesso una storiella di sei pagine che apparirà insieme a quelle degli altri su "Rat-men", il titolo ufficiale dell'albo che ospita "Rat-man & Friends" (???): c'è qualcosa che ci puoi dire in proposito?

Leo: Sì. Sono contento, saluto mia mamma e spero di ottenere un buon risultato anche nelle prossime olimpiadi!
No, dai, che scherzo! Ma va là! Scherzo! La storiella di sei pagine mi giustifica tutto quanto! Ma vieni! Ma chi è il miglior autore Marvel vivente? Ma vieeeniii!

mdb: Ehmmm… Hai utilizzato la tua storia per legare insieme quelle degli altri, come filo conduttore, o sei andato a ruota libera?

Leo: Ma scusa, ma mi ascolti, quando rispondo, o fai come quelli che ti mandano tutte le domande via mail e poi uno risponde già a quella che gli viene fatta dopo? No, perchè allora dillo, eh?

mdb: Gh! Questa poi la tagliamo! Ma allora, scusa, come hai fatto, contando che dici di non sapere nulla delle altre storie?

Leo: Può secondo te il migliore autore Marvel vivente preoccuparsi di una sciocchezza tipo "Non so niente delle altre storie raccontate" nel realizzarne una che le unisca tutte senza troppo sforzo? No, dico... Può? Certo che no! E allora? Ma vieeeeeniiii! Ma chi sonooo! Ma daaaaaiiii!

mdb: (Accidenti, mi sa che ce lo stiamo giocando... e poi Andrea chi lo sente?) Vabbè, torniamo ai retroscena, allora: Bonfatti ha detto che forse l'hai chiamato perchè sapevi delle sue vicissitudini editoriali... o forse (aggiungo io) per vendicarti della "traumatica" esperienza sulle STURMTRUPPEN, visto che aveva suggerito lui a Silver il tuo nome: a che cosa si riferiva?

Leo: Bonfa l'ho chiamato perchè era destino che lo fossi chiamato. Quali vicissitudini? Ah, dici quelle sciocchezze che non intaccano la sua straordinaria bravura? Forse l'ho chiamato anche per vendicarmi di avermi messo sulle pagine di “Sturmtruppen” a fare battute per i bambini... Ma se così non fosse mica avrei conosciuto Clod, no? E poi anche perchè ci piace andare in trattoria a Modena, che si ride un sacco! Ecco, anche lì lo chiamo sempre.

mdb: Quel matto di Clod invece ha detto che dovresti tornare a fare il geologo, così loro sarebbero tutti più tranquilli, sapendo che non c'è nessuno a soffiargli le idee prima che gli siano venute...

Leo: Eheheheh! Può il miglior geologo Marvel vivente non disturbare Clod anche facendo un altro mestiere tipo, che so, il fumettista? Ma certo che no! Perchè Clod bisogna che ogni volta che vado a Modena ci passi, da Clod, che mi piace metterlo in difficoltà con le scadenze, che sto lì a bighellonare e a toccare tutto "Questo cos'è?" "E questo?" e intanto sporco le tavole appena fatte, mescolo i pennarelli...Un ridere! Lui no. Lui piange. Anche lui. Ma guarda te se un omone grande e grosso... Che io ce l'ho anche detto, se non volevi avermi intorno a dare fastidio, dovevi farmi fare geologia!

mdb: Clod e Bonfatti sono cresciuti con il mai troppo rimpianto Bonvi, e questo ha avuto anche una certa parte nel tuo incontro con Clod.
Soffritti, non ha avuto difficoltà ad ammettere di aver mescolato il suo tratto (classicamente Disney, e comunque abituato ad una linea chiara predisposta per la colorazione) con influenze mutuate proprio da Bonvi nel tentativo di avvicinarsi a dei neri che caratterizzassero bene la sua interpretazione del ratto.
E' solo una combinazione?


Leo: Ma dai! Ma trovi delle soluzioni simpaticissime a tutto!

mdb: Ehmm... E poi potrebbe giustificare anche in parte la "voce" che dici averti guidato...

Leo: Bonvi! Che poi anche lui chissà che risate! Cioè, che lui è lassù che fa fumetti e quando gli si rovescia la china quaggiù si formano quei nuvoloni neri, e intanto pensa a come unire con accostamenti incredibili noi poveretti che stiamo ancora qua a tragattare per fare su due lire....Ma adesso, appena mi investono, mi sente!

mdb: Scusa, mi riporto le mani all'inguine...
In conclusione: è stato un esperimento o un avvenimento speciale fine a se stesso?


Leo: Sono sincero. Non fa ridere? Vabbè, a me "sono sincero" è piaciuta un sacco! Volevo dire che secondo la mia idea, questo è un numero speciale, di quelli che chi c'è, c'è, gli altri mi spiace, ma non so...
La serie resta attaccata ai miei artigli, e si svilupperà serenamente fino al fatidico numero cento. Sarebbe bello, se questo numero piacesse, nelle sue intenzioni e nella sua realizzazione, farne altri, ma stavolta fuori dalla serie regolare. Ma nulla che prenda la piega di una serie parallela. No, che poi non ci siamo. Omaggi, volentieri, e ben graditi, ma niente serie. Quella c'è già. Eh!

mdb: E tornando al Ratto, che cosa ci riserveranno i prossimi mesi? Dei prossimi numeri si conoscono praticamente solo i titoli ("La fine!" e "L'Inizio!"), che però sembrano premonitori di qualche svolta... o di un nuovo tuffo nel passato di Rat-man...

Leo: Bravo! Tutte e due le cose! Un tuffo con svolta! Difficilissimo, ma ormai vi ho abituati a ben altro, dai!

mdb: Trilogie in vista?

Leo: Dici le storie corte, eh? Sì....

mdb: Ah! Ah! Che cosa ci aspetta più in generale nel prosieguo di Rat-man dopo il numero 50? Senza particolari anticipazioni, che so che non ci daresti comunque, ma intendevo dire: continuity più serrata, o spazio anche per episodi di rottura come è stato per i primi cinquanta numeri?

Leo: Per un po’ direi continuity più serrata, poi vi faccio tirare un po’ il fiato, poi giù di nuovo a testa bassa! E PUM! Nel sacco anche questa.

mdb: AHAHAHAHAHAH! (Houston? Abbiamo un problema... avvisate Plazzi)