lunedì 8 giugno 2009

Breve introduzione ad Alan Moore


V FOR VENDETTA (disegni di David Lloyd).
Nel futuro, in un'Inghilterra governata da un regime autoritario, un uomo arriva dal nulla e con una carica di esplosivo rade al suolo il Parlamento. E' la prima di una serie di azioni che lo vedranno opposto al potere costituito in quello che è il tentativo di farne tabula rasa per costruire un'Inghilterra completamente nuova.
E' vero che V for Vendetta per certi versi ricorda Orwell però è altrettanto vero che l'Inghilterra che viene descritta nel fumetto è una versione distorta e accentuata di quel paese al tempo della Tatcher. V for Vendetta è un'opera che trasuda rabbia giovanile, una valvola di sfogo, una protesta accesa contro il governo inglese di quegli anni.
FROM HELL (disegni di Eddie Campbell).
Sir Gull è medico della regina, brillante studioso, massone, iniziato all'occultismo, squartatore di prostitute e infine protagonista di From Hell di Moore e Campbell.
In questo complesso fumetto gli autori tentano di ricostruire quanto è avvenuto nel 1888, quando una persona la cui identità non è certa uccise alcune prostitute del popoloso quartiere di White Chapel.
La narrazione di fatti tanto distanti e avvolti nel mistero non può essere lineare, è seminata di dubbi e ipotesi. La storia raccontata da Moore e Campbell finisce col rispecchiare questa incertezza vestendosi con un tratto fatto di graffi e con temi come la magia e la follia.
CONTINUO A TORNARE (disegni di Oscar Zarate).
Più di un secolo dopo gli omicidi di Jack lo Squartatore il vecchio quartiere delle prostitute sembra essere diventato un luna park del brivido dove sciami di turisti morbosi si aggirano per fotografare i luoghi degli omicidi e i vecchi pub in cui si accalcavano i londinesi più disperati sono diventati dei locali di streap tease.
Questa apparenza luccicante è però sovrastata dal profilo della chiesa progettata da Hawksmoor e fra la gente bene che arriva dalla City non è detto che qualcuno non possa iniziare a fantasticare qualcosa di oscuro e magari passare dai pensieri ai fatti...
RITRATTO DI UNO STRAORDINARIO GENTLEMEN
Ritratto di uno straordinario gentlemen è un ricchissimo libro dedicato a Moore e finalizzato a raccogliere fondi per due associazioni impegnate nella lotta all'alzheimer.
Ci sono centinaia di contributi che spaziano dalle pin up ai saggi passando per fumetti, racconti, lettere aperte...
L'intervento più bello e sentito è probabilmente quello di Stephen Bissette che assieme a Moore ha fatto Swamp thing negli anni '80 e che in seguito per alcune vicissitudini non ha più sentito Moore perché il rapporto fra loro si è guastato.
C'è anche un fumetto scritto da Moore, Famelico è il cuore, disegnato da Dame Darcy.
Alcuni interventi sono presenti anche in rete nel sito Ultrazine .
SUPERMAN: PER L'UOMO CHE HA TUTTO...
Un anno prima di Watchmen Alan Moore e Dave Gibbons fanno questo fumetto di Superman nel quale mostrano come sarebbe stata la vita di Kal-El se il pianeta Krypton non fosse mai esploso e i suoi genitori non fossero stati costretti a mandarlo con un razzo sulla Terra. Gli autori aggiungono un nuovo tassello al mito di Superman esplorando quello che è il suo più grande desiderio, vivere da kryptoniano fra i Kryptoniani. La sua nostalgia per il pianeta natale trova conforto per poco perché il suo sogno impiega pochissimo a diventare il peggiore degli incubi.
[pubblicato nel Classico di Repubblica di Superman, prima serie]
BATMAN: KILLING JOKE (disegni di Brian Bolland).
Il Joker tenta di dimostrare la sua teoria secondo cui basta una giornata storta perché un uomo scivoli nella pazzia, come capitò a lui quando era un aspirante comico disoccupato con la moglie incinta.
La cavia è il commissario Gordon e la brutta giornata inizia quando il Joker spara a sua figlia Barbara costringendola alla sedia a rotelle.
[pubblicato nel Classico di Repubblica di Batman, prima serie]
L'ULTIMA STORIA DI SUPERMAN (disegni di Curt Swan, George Pérez e Kurt Schaffenberger).
Watchmen è un fumetto di superuomini. Per capire cosa pensa davvero Moore dei Supereroi è necessario leggere Superman.
L'eroe viveva favole ingenue dove per liberarsi del folletto burlone Mxyzptlk doveva fargli pronunciare il nome al contrario ma a un certo punto tutto cambia. I suoi nemici uccidono la gente innocente, lo smascherano e colpiscono gli affetti di Clark Kent, si fanno letali.
Questa storia ha segnato il tramonto di un'epoca e il passaggio verso un'era in cui gli eroi si sono avvicinati al bordo di un abisso.
SUPREME
Si scrive Supreme ma si legge Superman. Verso la fine degli anni '80 Moore se ne è andato dalla DC sbattendo la porta.
Da un lato ha avuto il vantaggio di scrivere fumetti sui temi più vari senza i vincoli delle major ma dall'altro non ha potuto usare certi personaggi e mondi fumettistici che sono ormai patrimonio collettivo, in particolare Superman e tutto quello che lo caratterizza, dalla Fortezza della solitudine a Krypto il supercane passando per comprimari classicissimi come Olsen e Lois Lane e trovate tanto semplici quanto fulminanti come gli occhiali che nascondono l'identità segreta.
Moore si è rifatto trasformando il Supreme di Rob Liefeld in un vero e proprio clone di Superman. Basta fingere che il costume di Supreme sia azzurro e rosso e i capelli neri e per il lettore il gioco è fatto...
Ecco una storia che fonde avvenimenti del presente costruiti in stile moderno con flashback che mirano a ricatturare stili e atmosfere classici della Golden e Silver age (rispettivamente gli anni '30 e '40 e gli anni '50 e '60).
SWAMP THING (disegni di Steve Bissette e John Totleben).
Alec Holland è uno scienziato che sta lavorando a una formula biorigeneratrice dei tessuti nella sua capanna in riva alla palude. A un certo punto un'esplosione distrugge la sua casa e lo scaraventa nella melma e nell'erba dell'acquitrino assieme alla sua brodaglia chimica. Per colpa di questo attentato Alec Holland viene trasformato in un mostro verde fatto di fango, erba e radici.
Le cose stanno davvero così? Il dottor Woodroe scopre che Holland è morto nell'esplosione e le piante della palude nella quale è stato sbalzato ormai cadavere, unite alla formula biorigeneratrice, hanno assorbito la sua essenza, si sono convinte di essere lui e si sono trasformate in una pessima replica di essere umano con rami al posto delle ossa e tessuti vegetali come organi interni.
Swamp thing è una pianta che crede di essere un uomo. Questo è l'incredibile incipit col quale inizia la grandiosa saga di Swamp thing.
THE SPIRIT: LE NUOVE AVVENTURE
The Spirit è un personaggio classico di Will Eisner, il gigante del fumetto americano scomparso di recente.
Nel 1997 autori del calibro di Moore, Gaiman, Campbell, Gibbons e Lloyd solo per citare alcuni hanno rivisitato il personaggio in una miniserie di quattro numeri fatta di molti racconti brevi.
Moore e Gibbons hanno firmato un trittico nel quale hanno raccontato le origini di Denny Colt/The Spirit. Si tratta di fumetti surreali nei quali le situazioni più nere scivolano facilmente nel grottesco e nel bizzarro.
Moore ha scritto una quarta storia disegnata da Daniel Torres. In questo caso lo scrittore britannico sviluppa l'idea di Eisner secondo il quale le case e le città erano la storia e attraverso la loro evoluzione raccontavano sé stesse nel corso dei decenni e dei secoli. Cosa può accadere se nel futuro una civiltà diversa dalla nostra trova la città nella quale ha vissuto Spirit? Questa città è essa stessa una storia che racconta di avventure di otto pagine fra i palazzi costruiti a forma di "The Spirit" nelle splash page. Se questa città è una storia allora la civiltà del futuro può interpretarla coma noi facciamo quando leggiamo un libro...
AMERICA’S BEST COMICS
America's Best Comics è una linea editoriale nata nel 1999 che pubblica diversi fumetti creati da Alan Moore e da alcuni talentuosi disegnatori.
L'unica caratteristica che accomuna i titoli ABC è di essere creati e in massima parte scritti da Alan Moore. Non ci sono forti legami fra le varie serie dal punto di vista dei temi trattati e tanto meno non ci sono legami narrativi (come accade invece nei fumetti della Marvel dove quello che avviene nella collana dell'Uomo Ragno ha ripercussioni su Devil e così via).
I fumetti pubblicati sotto il marchio ABC sono Promethea, La Lega degli Straordinari Gentlemen, Top Ten, Tomorrow Stories e Tom Strong.
PROMETHEA (disegni di J. H. Williams e chine di Mick Gray). I primi episodi di Promethea possono dare l'erronea impressione che Moore abbia scritto una collana supereroistica dal taglio oscuro con protagonista una copia di Wonder Woman. In realtà Promethea non è un fumetto di avventura ma un vero e proprio trattato di magia. I primi capitoli sono un'introduzione e un poco alla volta la serie subisce una svolta inaspettata e i lettori si ritrovano assieme a Promethea sul sentiero dell'iniziazione alla magia in un territorio allucinato e imprevedibile.
LA LEGA DEGLI STRAORDINARI GENTLEMEN (disegni di K. O'Neill). Direttamente dai romanzi ottocenteschi arriva una straordinaria squadra di gentlemen formata dal capitano Nemo, Mina Harker, l'uomo invisibile, mister Hyde e Allan Quatermain incaricata di salvare la Corona.
Il fumetto è un gigantesco mosaico di citazioni dei classici della narrativa, un interminabile richiamo alle opere di Poe, Stevenson, Verne, Doyle e molti altri.
Nel secondo volume la fa da padrone La Guerra dei Mondi di Herbert G. Wells che viene narrata dal punto di vista dei Gentlemen.
TOP TEN (disegni di Gene Ha, chine di Z. Cannon). E' la storia del decimo distretto di polizia di una città in cui vivono solo persone con superpoteri.
Non c'è un protagonista vero e proprio perché nel fumetto viene dato spazio alle vicende professionali e private di tutti gli agenti. Ci sono varie sottotrame che vanno per conto loro/si intersecano/si sfiorano in quello che è il tentativo (riuscito) di fare un fumetto che ricordi i telefilm.
Grazie alla varietà di personaggi e situazioni c'è la possibilità di toccare i più svariati temi, dal poliziesco al comico passando per la filosofia! Come base però è una commedia.
TOMORROW STORIES. Tomorrow Stories è una rivista che contiene diverse serie distanti fra loro per via dei temi trattati e degli stili dei disegnatori ma accomunate e contraddistinte da una forte ed efficace ironia.
Jack B. Quick (disegni di K. Nowlan). Nel classico paesino degli Stati centrali degli USA dove tutti sono timorati di Dio è nato Jack B. Quick, un ragazzino geniale e soprattutto pasticcione che con le sue invenzioni fantascientifiche da un lato mette in discussione il primato del creatore ma dall'altro fa capire quanto l'umanità sia troppo impreparata e imperfetta per dominare la scienza e piegarla al proprio volere.
Greyshirt (disegni di R. Veitch). Questo fumetto è un omaggio a Will Eisner. Il legame con il clebre autore scomparso di recente non è dato solo dalla somiglianza fra Greyshirt e Spirit. Moore cerca anche di riproporre l'idea di Eisner per cui la città non è solo uno sfondo ma vive e può imporsi fino a diventare la protagonista.
First American e U.S.Angel (disegni di J. Baikie). Questo fumetto è in primo luogo una presa in giro dei fumetti di supereroi degli anni '90 contraddistinti dalle pose al limite della slogatura degli eroi e dalle anatomie più che improbabili. L'eroe ridicolo vive storie nelle quali Moore fa una feroce critica della società americana.
TOM STRONG (disegni di C. Sprouse). Tom Strong è il classico eroe mascellone tutto d'un pezzo protagonista di una serie di pura avventura. Moore riprende il meccanismo già collaudato nella serie Supreme ed usa Tom Strong per rivisitare stili e mode dei fumetti del passato. DOVE LEGGERE I FUMETTI ABC?
I fumetti della linea ABC vengono pubblicati in Italia nella rivista ABC della Magic Press.
I primi sette numeri sono esauriti ma tutti i fumetti che contenevano sono stati ristampati in Promethea vol. 1, Tom Strong vol. 1, Top Ten vol. 1 e 2 e Tomorrow Stories vol. 1.
Il primo volume di La Lega degli Straordinari Gentlemen non è stato pubblicato su ABC ma direttamente in volume.
ALCUNE CONSIDERAZIONI
Per prima cosa devo precisare che non ho passato in rassegna tutti i fumetti di Moore. Ne mancano diversi, alcuni dei quali importanti e di ampio respiro come Marvelman e Wildc.a.t.s.
Per sapere dove sono stati pubblicati i fumetti di cui ho parlato consiglio la bibliografia italiana di Stefano Marchesini nel sito Glamazonia.
A chi vuole iniziare a leggere Moore consiglio Watchmen, V for Vendetta, Swamp Thing, From Hell e Superman: Per l’uomo che ha tutto.
Luigi Siviero